Acqua al tallio, la Regione avvia indagine epidemiologica sulla popolazione

Il Comune di Pietrasanta intanto rassicura: "Solo in un punto i valori sono leggermente al di sopra". Ma "finchè l'ordinanza resta in vigore: non va bevuta l'acqua e non usarla per scopi alimentari, neanche bollita" GLI ARTICOLI DE LA NAZIONE SULLA VICENDA / L'EDITORIALE / ENTRO VENERDI' STOP AL DIVIETO DELL'USO DOMESTICO / IL DIVIETO A USARE L'ACQUA / ANALISI PRIVATE: TALLIO IN VIA FONDA

La mappa dell'acqua inquinata
La mappa dell'acqua inquinata

Pietrasanta, 11 novembre 2014 - Sulla vicenda tallio il Comune di Pietrasanta fa sapere in merito alle analisi sulla concentrazione nell'acqua: "Le analisi effettuate ieri mattina dalla società GAIA nei punti di prelievo del centro storico danno finalmente dei risultati favorevoli: la concentrazione è ovunque al di sotto dei limiti massimi raccomandati (2 microgrammi per litro), con valori trascurabili o quasi prossimi allo zero. Rimane solo un punto leggermente al di sopra dei limiti, in via della Fonda, traversa della via Capezzano Monte nella parte iniziale verso mare". "I lavori effettuati da GAIA - aggiunge il comunicato -, che ha chiuso la condotta che portava acqua da Valdicastello, e la pulizia completa del serbatoio di Monte Regoli che attualmente riceve acqua solo dai pozzi della pianura, hanno sortito un effetto immediato e con questi risultati c'è molto più ottimismo sulle prospettiva di arrivare ad una rapida revoca dell'ordinanza di divieto. Se questi dati saranno confermati con le analisi di oggi e di domani, giovedì ci potrà essere l'analisi di convalida di ASL e l'ordinanza potrebbe già essere revocata venerdì. Naturalmente, finchè l'ordinanza resta in vigore, è necessario attenersi alle regole di utilizzo più volte raccomandate: non bere l'acqua e non usarla per scopi alimentari, neanche bollita".

Intanto, domani sera presso la Sala dell' Annunziata del Sant'Agostino, si terrà un Consiglio Comunale Aperto, richiesto da tutti i gruppi consiliari, dedicato alla situazione igienico-sanitaria della rete idrica del Comune di Pietrasanta.

Dopo la richiesta da parte dell'Amministrazione Comunale di Pietrasanta, la Regione Toscana ha dato incarico all'ARS (Agenzia Regionale per la Salute) per la gestione e l'effettuazione di una indagine epidemiologica sulla popolazione di Valdicastello servita dalla rete dell'acquedotto contaminata dalla presenza di tallio. Il tavolo tecnico per l'organizzazione dell'indagine si terrà venerdì 14 novembre prossimo presso la Regione Toscana. "Invitiamo i cittadini interessati - si legge in una nota - ad attendere i primi riscontri delle procedure che saranno definite per essere sottoposti gratuitamente alle analisi previste. L'indagine epidemiologica dell' ARS sarà l'unico strumento valido e scientifico di certificazione degli effetti della contaminazione sulla popolazione".