Pucciniano ad Abu Dhabi. Il maestro Luisotti nominato Commendatore

Il Festival presenterà il concerto lirico con Sepe, Meli e Latham-Koenig. Il direttore massarosese ha ricevuto l’onorificenza al Teatro Real di Madrid.

Pucciniano ad Abu Dhabi. Il maestro Luisotti  nominato Commendatore
Pucciniano ad Abu Dhabi. Il maestro Luisotti nominato Commendatore

Il centenario della morte di Giacomo Puccini si riverbera con nuova luce sui grandi musicisti della Versilia. Il Festival Pucciniano si prepara a ripartire conle tournée all’estero, e a Madrid il grande direttore d’orchestra Nicola Luisotti, originario di Massarosa, ha ricevuto il Commendatorato all’ordine del merito della Repubblica.

Sarà il grande Jan Latham-Koenig, resident conductor del Pucciniano, ad inaugurare le tournée del Festival. Il 31 maggio all’Emirates Palace Mandarin Oriental di Abu Dhabi, per il Festival della lirica e del balletto, l’orchestra torrelaghese con i cantanti Valeria Sepe e Francesco Meli eseguiranno il Preludio sinfonico, e arie dalle opere Gianni Schicchi, Manon Lescaut, Madama Butterfly, La Bohème, Suor Angelica, Tosca e Turandot. Da notare che ad Abu Dhabi nel 2010 fu proprio il Festival Pucciniano, con la celeberrima Bohème allestita con le scene di Jean-Michel Folon e la regia di Maurizio Scaparro, a portare per la prima volta un’opera lirica nel mondo arabo.

E al Teatro Real di Madrid, dove il 63enne Nicola Luisotti è direttore principale ospite e sta dirigendo le repliche del Rigoletto verdiano, il maestro ha ricevuto dall’ambasciatore italiano Giuseppe Buccino Grimaldi l’onorificenza di Commendatore per "il costante impegno" e i "rilevanti traguardi raggiunti" in carriera, sviluppatasi in vari Paesi, così come, in particolare, per aver promosso "i legami musicali tra Italia e Spagna", dove risiede da diversi anni. Al Real Luisotti sarà direttore emerito almeno fino al 2030.

Il maestro iniziò a studiare musica a 9 anni con gli insegnamenti del parroco e del padre Giulio: A 11 anni era già direttore del coro della Chiesa di San Martino a Bargecchia, e studiò pianoforte con Luciano Maraviglia al conservatorio Boccherini di Lucca. Studiò inoltre tromba con Battista Ceragioli e Andrea Tofanelli, e canto con Marta Pini Lunardi. Da studente iniziò a lavorare al Festival Puccini in ogni settore artistico, dove avviò l’esperienza dell’organizzazione e rappresentazione dell’opera lirica. Cantò nel Coro e suonò nell’Orchestra del Festival, ma fu anche incaricato delle prove musicali al pianoforte e diresse i complessi fuori scena fino a diventare l’assistente personale di tutti i direttori chiamati a dirigere a Torre del Lago. Poi il balzo nei maggiori teatri del mondo, in una carriera che ha pochi eguali in Italia.

Purtroppo ci sono poche speranze di vederlo dirigenre a Torre del Lago, essendo totalmente contrario – per ragioni acustiche – alle rappresentazioni liriche e orchestrali all’aperto.

b.n.