Controlli della municipale a Viareggio (foto Umicini)
Controlli della municipale a Viareggio (foto Umicini)
Beccati al supermercato mentre, da positivi al Covid, facevano la spesa prepasquale. E’ accaduto a Lido di Camaiore, dove i controlli dei vigili urbani hanno fatto emergere una situazione di infrazioni diffuse alle quarantene imposte dall’Asl. Tutto è partito con una segnalazione da parte di clienti che hanno ’denunciato’ alla dirigenza del supermercato la presenza di una persona positiva che avrebbe dovuto trovarsi in isolamento. A quel punto, dal supermercato hanno chiamato la municipale. I vigili, ammoscati,...

Beccati al supermercato mentre, da positivi al Covid, facevano la spesa prepasquale. E’ accaduto a Lido di Camaiore, dove i controlli dei vigili urbani hanno fatto emergere una situazione di infrazioni diffuse alle quarantene imposte dall’Asl. Tutto è partito con una segnalazione da parte di clienti che hanno ’denunciato’ alla dirigenza del supermercato la presenza di una persona positiva che avrebbe dovuto trovarsi in isolamento. A quel punto, dal supermercato hanno chiamato la municipale. I vigili, ammoscati, hanno deciso di andare più a fondo con i controlli, da cui è emerso che almeno una dozzina di persone positive avrebbero violato la quarantena per andare a fare la spesa da positive.

Nel frattempo, per tutto il fine settimana e a Pasquetta la lente d’ingrandimento dei vigili ha evidenziato una situazione di sostanziale rispetto delle regole. Il caso più eclatante di violazione delle disposizioni anti-Covid si è registrato sabato pomeriggio a Capezzano, dove alcune persone sono state sorprese nel bel mezzo di una grigliata alla quale erano stati invitati sei ospiti, tre coppie provenienti da altrettanti comuni. I vigili non hanno potuto fare altro che elevare le sanzioni da 400 euro: in base alle risultanze dei verbali, le multe potrebbero essere da sei a otto e la cifra verrà raddoppiata se le motivazioni per gli spostamenti non saranno ritenute valide. Un episodio che ha spinto il sindaco Alessandro Del Dotto a esporsi in prima persona per chiedere di attenersi alle disposizioni. "Raccomandiamo a tutti buonsenso e rispetto delle regole – invita –: non è il momento di cedere alle imprudenze". E pure il comandante della Municipale Claudio Barsuglia sottolinea che "questi comportamenti ci danneggiano dal punto di vista sanitario, ma anche sotto il profilo economico: più tempo passiamo in zona rossa, più tardi potremo ripartire".

In ogni caso, i controlli effettuati a Camaiore non hanno evidenziato violazioni da parte delle attività commerciali. Tra i privati, si contano una decina di multe per violazione dei dpcm e qualche ragazzo minorenne è stato multato per aver violato l’ordinanza del sindaco che vieta l’accesso ai parchi. Situazione simile a Viareggio, dove i controlli a tappeto condotti in passeggiata e in pineta si sono tradotti in una decina di verbali. Al Forte, nell’ultima settimana sono stati ben 770 i controlli, con circa 60 contravvenzioni e tre auto sequestrate perché i conducenti viaggiavano senza assicurazione. Nessun problema invece tra le attività commerciali. Dodici ore di controlli anche a Seravezza, dove non sono state elevate sanzioni.

Daniele Mannocchi