Paura per Lombardi. Operato d’urgenza

L’ex sindaco ha subìto l’intervento all’Opa per problemi alle coronarie "Ora sono di nuovo a casa, grazie di cuore a chi mi ha salvato".

Paura per Lombardi. Operato d’urgenza
Paura per Lombardi. Operato d’urgenza

"Da lunedì sera sono a casa: un po’ fracassato, ma le condizioni generali sono buone". Passato lo spavento, perché quando di mezzo c’è il cuore la preoccupazione è più che comprensibile, Domenico Lombardi può finalmente abbandonarsi a un messaggio liberatorio. L’ex sindaco, nonché pediatra in pensione e affermato poeta, è stato operato d’urgenza all’Opa di Massa dopo che nel corso di alcuni controlli cardiologici gli avevano riscontrato due coronarie ostruite oltre il 70%. Episodio che ricorda quello simile avvenuto lo scorso settembre all’attuale primo cittadino Alberto Giovannetti, pure lui operato con successo all’Opa.

Lombardi, classe 1950, che già in passato aveva avuto problemi di natura cardiaca, è stato sottoposto a un’angioplastica durante la quale gli sono stati posizionati due stent. Era stato il presidente delle giurie del Carnevale pietrasantino Ezio Marcucci, durante la finale di domenica dello Sprocco al teatro comunale, ad inviargli un augurio di buona guarigione, tra la sorpresa di buona parte del pubblico. In queste ore Lombardi sta ricevendo tantissimi messaggi d’affetto. "Desidero ringraziare l’equipe dei cardiologi dell’Opa, in particolare il dottor Simone Sorbo – dice – per la brillante diagnosi fatta, lo scrupolo, l’umanità, la disponibilità e la delicatezza dimostrata. Ringrazio inoltre l’equipe dell’emodinamica, in particolare il dottor Augusto Esposito, per l’elevata professionalità, la competenza tecnica e il rigore scientifico, oltre a una grande umiltà. È una grande fortuna avere nella nostra zona l’Ospedale del cuore, una grandissima risorsa che merita sicuramente ulteriori investimenti per le prospettive future delle ricerche e cure cardiologiche. Grazie di cuore, davvero".

d.m.