"Il turismo?. Solo disagi per le attività"

Gruppo Stazzema Bene Comune critica l'amministrazione comunale per l'isolamento del territorio e la mancanza di politiche di sviluppo. Operatori del settore turistico denunciano l'assenza di sostegno da parte dell'amministrazione e regolamenti ormai superati.

"Il turismo?. Solo disagi per le attività"
"Il turismo?. Solo disagi per le attività"

"Mentre il sindaco si autocelebra in vista della sua ricandidatura alle prossime elezioni, tessendo le lodi del suo operato e del successo in campo turistico, le attività sono in difficoltà". Il gruppo Stazzema bene comune va all’attacco. "Una delle più importanti e storiche realtà, tra l’altro di proprietà della famiglia dell’assessore Minetti, senza mezzi termini denuncia i disagi e l’imbarazzo per l’isolamento subito in questi giorni di festa a causa dei guasti alla linea fissa e mobile. Solo poche settimane fa un’altra storica e nota attività di Stazzema chiudeva i battenti puntando il dito contro l’isolamento nel quale versa il territorio e la mancanza di una politica di sviluppo. Da anni Verona annuncia, tra le altre cose, miglioramenti delle infrastrutture tecnologiche ma purtroppo sono rimaste solo parole. Ad affermarlo pubblicamente questa volta non è l’opposizione ma gli operatori di un settore strategico quale quello della ristorazione. Sorprende inoltre – incalza la minoranza – che Verona parli di home restaurant quando proprio recentemente persone interessate al settore si sono sentite rispondere dagli uffici del Comune che non esistono attività di questo tipo e non possono essere avviate perché manca un regolamento che le disciplini. È vero che fortunatamente nel territorio diverse persone hanno deciso di investire in attività turistico ricettive come B&B e affittacamere, ma proprio da loro emerge l’assenza di un sostegno da parte dell’amministrazione comunale che, anzi, non ha fatto niente per semplificare procedure burocratiche e continua ad avere regolamenti ormai superati da tutti i vicini comuni della Versilia. Evidentemente, e fortunatamente, qualcuno che crede veramente nelle potenzialità del territorio c’è, ma rimane solo, perché chi amministra pensa ad altro".