La maggior parte dei villeggianti è alloggiata in appartamenti e villette
La maggior parte dei villeggianti è alloggiata in appartamenti e villette
Forte dei Marmi, 1 agosto 2021 - Centoventimila euro al mese. E’ il top degli affitti estivi per trascorrere agosto al mare, ovviamente in villa con parco e piscina a Forte dei Marmi, senza troppi contatti con gli sconosciuti che si possono incontrare anche in un hotel extra lusso. Il Covid ha riportato l’industria delle vacanze agli anni ’80, quando le case macinavano il triplo delle presenze alberghiere e le locazioni viaggiavano solo a mesi interi. Oggi, primo agosto, da Viareggio a Vittoria Apuana ci sarà di nuovo il "cambio della mesata", come nella famosa canzonetta del Casani, ma con in più le sanificazioni. Viaggiare è un problema, la variante Delta è in agguato, la vita è un percorso a ostacoli tra green pass e incombenti zone gialle: chi può sceglie l’abitazione in affitto, e la Versilia vola. Il Forte da sempre è in cima alla lista delle località più care d’Italia. Per ricchi e benestanti ci sono...

Forte dei Marmi, 1 agosto 2021 - Centoventimila euro al mese. E’ il top degli affitti estivi per trascorrere agosto al mare, ovviamente in villa con parco e piscina a Forte dei Marmi, senza troppi contatti con gli sconosciuti che si possono incontrare anche in un hotel extra lusso. Il Covid ha riportato l’industria delle vacanze agli anni ’80, quando le case macinavano il triplo delle presenze alberghiere e le locazioni viaggiavano solo a mesi interi. Oggi, primo agosto, da Viareggio a Vittoria Apuana ci sarà di nuovo il "cambio della mesata", come nella famosa canzonetta del Casani, ma con in più le sanificazioni. Viaggiare è un problema, la variante Delta è in agguato, la vita è un percorso a ostacoli tra green pass e incombenti zone gialle: chi può sceglie l’abitazione in affitto, e la Versilia vola.

Il Forte da sempre è in cima alla lista delle località più care d’Italia. Per ricchi e benestanti ci sono appartamenti bicamera da 5 a 8 mila euro al mese, ma ricchi e straricchi hanno fatto man bassa delle ville: a 60 mila, 100 mila, anche 120 mila per tutto agosto. Ovviamente con giardino, parco e piscina. Emanuele Pallotti è un agente immobiliare che tratta location di alta fascia: "Abbiamo affittato il 95% delle case disponibili, di fatto è tutto esaurito. Nella gamma alta è rimasto pochissimo, a causa di disdette improvvise di clienti che hanno perso la caparra. Nessuno s’è tirato indietro per la ripresa dei contagi. Sono rimaste vuote alcune case vecchie, senza aria condizionata e coi mobili dei nonni. Come a luglio, quando abbiamo affittato l’80% degli immobili disponibili, mentre alcune ville extra lusso che solitamente venivano occupate dai russi erano rimaste chiuse perché dall’Est non sono potuti venire". "La paura della zona gialla ha preoccupato le agenzie – prosegue Pallotti – ma non i turisti. E nonostante le richieste gli affitti non sono rincarati, anzi qualcosa è diminuito ma l’affluenza è enorme rispetto al passato. Il bello è che quasi tutte le ville sono state occupate da italiani. Quest’anno la clientela è prevalentemente lombarda e emiliana. Certo, ci sono anche fiorentini e pratesi, ma i toscani sono diminuiti rispetto alla crescita degli emiliani. E abbiamo tanti svizzeri, che vengono in auto e sono praticamente gli unici stranieri che hanno affittato le magioni del Forte". Perché arrivano in 3 ore, in auto senza mischiarsi ai passeggeri di un volo aereo, e possono sfruttare tutte le sicurezze del "turismo di vicinato".

Affari d’oro anche a Viareggio e Lido di Camaiore, a tariffe più umane ma pur sempre da benestanti, molto benestanti. La testimonianza di Genny Papotti, operatrice che ha in portafoglio appartamenti e villette in entrambe le località, è chiara: "Sono cresciute le locazioni e anche i prezzi. Prima i clienti cercavano gli sconti, quest’anno sono disposti a pagare qualsiasi cifra pur di avere una casa con giardino. Tanti hanno addirittura prenotato senza visitare le abitazioni, per evitare al massimo i contatti. Noi abbiamo fatto un grande lavoro con i video online per mostrare gli immobili. E a marzo-aprile avevo già affittato tutto. Finora ho continuato a operare con abitazioni in mano ad altri colleghi del settore immobiliare". Ma non c’è rosa senza spine. "Per noi il passaggio dal 31 luglio al 1° agosto è stato critico – osserva Papotti – Il cambio degli inquilini significa sanificazioni a tappeto, e io non voglio correre rischi: ai proprietari faccio buttare via anche i cuscini e si ricompra tutto nuovo ad ogni ingresso. Sono costi aggiuntivi, anche 90 euro ad appartamento da aggiungere ai 600 euro mensili delle pulizie. Ma l’aspetto sanitario è fondamentale".

"Con queste garanzie – conclude l’agente – a Lido e Viareggio abbiamo affittato anche immobili che non credevamo di poter piazzare, e tutti a clienti di gusto e buon livello. Andava bene tutto, purché ci fosse il giardino. Ci sono state tante richieste anche per la quindicina, soprattutto in agosto, ma io ho cercato di evitare queste locazioni. Affittare a quindicina significa sanificare l’alloggio 3 volte in un mese: il 31 luglio, il 15 agosto e il 31 agosto. Un’impresa". Così questo mese i villeggianti che hanno scelto Lido ("Più richiesta di Viareggio, che pure è piena", assicura Papotti) pagano in media 3 mila euro per un appartamentino, che sale a 4.500 fronte mare, e le stesse cifre a Viareggio anche se qua è stato possibile trovare sistemazioni da 2.500 euro. Ma sono andate via come il vento anche le villette con piscina nella zona di Capezzano. Hanno affittato tutto, anche sulle colline di Massarosa, Camaiore, Pietrasanta e Seravezza.