Il recupero del Palazzo civico. Previsti oltre 3 milioni di interventi

Oltre all’adeguamento sismico e alla ristrutturazione, comprese anche opere per la riduzione dei consumi

Il recupero del Palazzo civico. Previsti oltre 3 milioni di interventi
Il recupero del Palazzo civico. Previsti oltre 3 milioni di interventi

Occhi puntati sul Palazzo civico di Querceta, per avviare un percorso finalizzato al recupero dell’immobile e a un suo riutilizzo. L’immobile era stato dichiarato inagibile nel 2018 a seguito di uno studio di vulnerabilità sismica che aveva riscontrato carenze statiche, al punto che si erano dovuti sfrattare i servizi che ospitava, come il centro comunale di Protezione civile, la sede della Pro Loco e di diverse associazioni. L’intervento è stimato in 3 milioni e 200 mila euro, e per la sua realizzazione si busserà anche alle porte dei fondi messi a disposizione dal Pnrr, attraverso un bando di finanziamenti per opere di adeguamento sismico di edifici strategici e rilevanti (il recupero dovrà tenere conto anche delle eventuali disposizioni della Soprintendenza ai beni culturali). Nasce infatti tra gli anni ‘20 e ‘30 come Palazzo littorio, destinato soprattutto a funzioni ricreative e a uffici. Dopo la seconda guerra mondiale l’edificio mantiene la destinazione precedente, cominciando a ospitare anche la scuola elementare. Una profonda trasformazione avviene agli inizi degli anni ‘60, mediante un intervento di ristrutturazione e con l’ampliamento sul lato di piazza Pellegrini, con la finalità di destinarlo principalmente a struttura scolastica.

"Una volta dato l’avvio a questo percorso, fondamentale per la riqualificazione del centro di Querceta – spiega il sindaco Lorenzo Alessandrini – si guarda anche al futuro utilizzo dell’edificio per il quale le idee sono già ben chiare. Parte dell’immobile tornerà ad ospitare i servizi già presenti, e vi troveranno inoltre spazio una sala per convegni, una sala lettura, un centro civico e ovviamente locali da destinare come sedi per le associazioni del territorio. Si recupereranno le antiche caratteristiche del Palazzo, come la grande terrazza lastricata a dominare il centro di Querceta per ospitare gli eventi cittadini, e la riduzione del fabbricato nella parte di piazza Pellegrini, che consentirà l’aumento degli spazi aperti".

Nel pacchetto di interventi, oltre all’adeguamento sismico e alla ristrutturazione, saranno comprese anche le opere per la riduzione dei consumi energetici, le migliorie per favorire l’accesso alle persone disabili e quanto necessario per il contenimento dei costi di gestione e manutenzione. Gli interventi di miglioramento del centro di Querceta non finiscono qui: la giunta darà il via, nelle prossime settimane, al progetto esecutivo dei lavori di rifacimento completo della piazza Pertini, mentre è in partenza il cantiere del nuovo marciapiede di piazza Matteotti e di via Don Minzoni.