Il grande mistero delle pietre sospese

Stonehenge, misterioso sito neolitico, continua a suscitare teorie e congetture. La sua storia e scopo restano avvolti nel mistero, ma il fascino e l'importanza del luogo sono indiscutibili.

Il grande mistero delle pietre sospese

Il grande mistero delle pietre sospese

Nessuno conosce con certezza la storia di Stonehenge e per quanto archeologi e geologi si siano arrovellati per secoli, questo sito rimane un mistero che continua a scatenare teorie e congetture. Il nome Stonehenge significa "pietra sospesa" e fa riferimento alle consistenti architravi del sito neolitico appoggiate su altri monoliti a quattro metri di altezza che, così come le vediamo disposte oggi, sono frutto di un allineamento dovuto a lavori di ristrutturazione nella prima metà del Novecento.

Il fatto di non sapere con precisione se le pietre fossero disposte originariamente in questo modo ha suscitato in me il sospetto di non trovarmi di fronte a qualcosa di autentico, anche se questo non scalfisce l’importanza del sito, che è stato aggiunto alla lista dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco nel 1986. Lo scopo della sua edificazione è tuttora sconosciuto: sono pietre erette come antico osservatorio astronomico e calendario? È opera dei druidi? Era un sito sacrificale? Rappresentava la visione geocentrica del sistema solare? Era un luogo per i riti pagani? Addirittura qualcuno ha tirato fuori la teoria della costruzione da parte degli alieni…

Finora di certo c’è che trovarsi al cospetto di Stonehenge fa fare un salto indietro di 4500 anni e molti prendono la visita come una sorta di pellegrinaggio, specialmente i seguaci del Celtismo, della Wicca e di altre religioni neopagane. Cos’è, quindi, quello che vediamo a Stonehenge? Sulla grande distesa erbosa che costeggia la strada di collegamento tra Londra e il sud-est dell’Inghilterra, circondato da un terrapieno di recinzione, troviamo pietre di varie dimensioni disposte in una serie di forme circolari e a ferro di cavallo, oltre a varie pietre sparse. Il fulcro di ogni visita è senza dubbio lo stone circle, un capolavoro di ingegneria che deve aver richiesto grandi sforzi agli uomini del neolitico dotati di strumenti rudimentali. Sembra impossibile, infatti, che abbiano potuto trasportare da una certa distanza massi da 4 tonnellate e innalzare architravi, eppure questo luogo enigmatico continua a stupire e incantare i viaggiatori. Stonehenge è stata costruita per allinearsi con il sole durante i solstizi e in queste occasioni l’ingresso è gratuito.