Il dottor Russo torna a Lucca come dirigente dell’Anticrimine

Il dottor Virgilio Russo, ex dirigente superiore della Polizia di Stato, tornerà a Lucca come responsabile della divisione Anticrimine. Ha già diretto la Squadra Mobile di Lucca, distinguendosi in importanti operazioni e indagini. Dopo aver lavorato in altre città, ha richiesto il trasferimento a Lucca, dove la sua famiglia è rimasta. È entusiasta di tornare e si aspetta un ottimo ambiente e colleghi.

Il dottor Russo torna a Lucca come dirigente dell’Anticrimine
Il dottor Russo torna a Lucca come dirigente dell’Anticrimine

Un gradito ritorno. Il dottor Virgilio Russo, 57 anni, primo dirigente superiore della Polizia di Stato, da domani tornerà infatti in servizio alla Questura di Lucca come responsabile della divisione Anticrimine, che in particolare si occupa dell’analisi dei fenomeni criminali e delle misure di prevenzione, personali e patrimoniali. Il doittor Russo aveva lasciato nel maggio 2015 la nostra città dove aveva diretto fin dal 2008 la Squadra Mobile. In Polizia era entrato nel 1992 e alla Questura di Lucca già nel 2003: qui aveva diretto tra l’altro l’Ufficio immigrazione ed era stato capo di Gabinetto.

Come responsabile della Squadra mobile lucchese si era distinto all’epoca in numerose importanti operazioni e indagini sia in città che in Versilia. Tra queste l’operazione “Falange Macedone“, grazie alla quale fu sgominata una banda di serbo-macedoni che metteva a segno rapine violente, l’operazione “Gallardo“ su un maxi giro di auto di lusso, l’omicidio Romanini a Camaiore, la rapina di un’anziana finita in omicidio a Forte dei Marmi, e vari blitz contro i clan camorristici in Versilia.

Nel maggio 2015 era andato a dirigere la Squadra mobile di Ancona, dove, tra le tante inchieste, aveva coordinato le indagini che avevano portato all’arresto del latitante Filippo De Cristofaro. Nel luglio 2017 era poi andato a guidare la Squadra mobile della Questura di Perugia diove aveva tra l’altro smascherato un’organizzazione dedita alla tratta di ragazze nigeriane. Nel marzo 2019 era stato promosso primo dirigente e quindi nel giugno di quell’anno era stato trasferito alla Questura di Pisa a capo della divisione Anticrimine. Ora il ritorno a Lucca, dove la famiglia è sempre rimasta.

"Ovviamente sono molto contento di tornare qui a Lucca – commenta il dottor Virgilio Russo – . E’ un trasferimento che ho chiesto io e il Ministero l’ha accolto. So che ci sarà come sempre da lavorare, ma so anche che trovo un ottimo ambiente e ottimi colleghi".

Paolo Pacini