Cacciatori (Foto di repertorio)
Cacciatori (Foto di repertorio)

Piano di Mommio (Lucca), 7 gennaio 2019 - Come il tonfo muto dei chicchi di ghiaccio che piombano sulla terra battuta. Come una grandinata, ma in una mattina di sole. Questi i rumori, questa la sensazione che descrive Daniele Verdigi. Purtroppo però non c’e niente di naturale, niente di poetico, nel suo racconto.

"All’improvviso – dice – sono sono stato raggiunto da una pioggia di pallini di piombo". Sparati dai cacciatori sulle colline di Piano di Mommio. Daniele ieri mattina era a spasso con i suoi cani; una passeggiata nella zona della Vallina, nella via parallela che corre lungo la Sarzanese.

"Ho sentito due spari, uno dopo l’altro". E dopo un attimo la curiosa grandinata. "Erano pallini di piombo, morti, caduti dall’alto. Mi hanno colpito sulla giacca, non mi hanno fatto niente – prosegue Daniele –. Sarebbe andata diversamente se mi avessero preso in un occhio...".

Daniele non vuole fare una crociata contro la caccia, "ma almeno il buon senso. Si tratta comunque di una zona frequentata, circondata dalla case. Non so se sia legittimo, ma non credo sia normale ritrovarsi all’improvviso travolti da piombini".