Ciclopista in via Fratti. Approvazione del primo lotto. I lavori iniziano dopo Carnevale

L’assessore Pierucci: "Abbiamo l’autorizzazione paesaggistica e l’ok della Soprintendenza". L’opera correrà lungo la Pineta di Ponente nel tratto Pascoli-Vespucci. Il costo: 220 mila euro .

Ciclopista in via Fratti. Approvazione del primo lotto. I lavori iniziano dopo Carnevale

L’assessore Federico Pierucci

Con un investimento di oltre 220mila euro solo per il primo lotto prendono il via i lavori per la realizzazione della nuova pista ciclabile in via Fratti: conclusa positivamente la fase di studio e di progettazione, nei giorni scorsi è stato infatti approvato il progetto esecutivo, completo già delle autorizzazioni paesaggistiche e soprattutto, del parere positivo della Soprintendenza.

La ciclabile correrà ai margini della Pineta di ponente, da via Vespucci di fronte a Villa Argentina, a via Marco Polo. Si ricongiungerà alla parte ciclo-pedonale di via Fratti per il centro città e, verso il mare, alla ciclabile che sale dalla Passeggiata lungo via Vespucci. "Un intervento importante e atteso che, tra le altre cose, faciliterà l’accesso alla struttura dell’ex Tabarracci che ospiterà a breve il nuovo ospedale di comunità con 36 posti letto – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Federico Pierucci – Un tratto ciclabile protetto e in sicurezza che andrà a completare il percorso che unisce il centro con la Passeggiata".

L’intervento rientra nel piano triennale delle opere pubbliche ed è diviso in due lotti: il primo lotto, che è quello autorizzato, va da via Vespucci a via Pascoli, dopo l’ex ospedale Tabarracci, e vede un investimento totale di oltre 220mila euro. I lavori sono programmati per partire subito dopo il periodo di Carnevale. "A questo primo lotto poi seguirà il secondo che porterà la ciclabile fino alla fine della Pineta per ricongiungersi con il tratto che scenda lungo via Marco Polo, anche quella recentemente ristrutturata", assicura Pierucci.

Nel dettaglio il progetto prevede la realizzazione dello scavo per la formazione del cassonetto, la posa in opera dello stabilizzato di cava, il cordonato lato interno pineta in acciaio corten e infine il cordonato in travertino lato strada. Verranno poi messa nuove alberature e sistemato l’arredo urbano che prevede sia alcune rastrelliere per le biciclette, sia tre panchine in ferro battuto.

L’assessore sottolinea che verranno rivisti gli attraversamenti pedonali lungo tutta la via Fratti, per permettere un miglioramento dell’accesso pedonale, e una rimodulazione dei parcheggi per garantire la linearità del percorso ciclabile. "Viareggio per sua natura si presta ad essere percorsa in bicicletta – conclude Pierucci – Abbiamo 32 chilometri quadrati di territorio completamente pianeggiante, che vanta oltre 33 chilometri di piste ciclabili, in gran parte realizzate negli ultimi anni. Un bel risultato di cui siamo orgogliosi e che contiamo di migliorare ulteriormente". Il clou delle ciclopiste urbane sarà la Ciclovia Tirrenica, già definita sul fronte mare ad eccezione dell’attraversamento della Macchia Lucchese.