Birahim, un talento del pallone . Convocato nella nazionale Senegal

Il sedicenne da sempre vive a Valventosa con la famiglia ed è cresciuto nelle file del Seravezza Calcio

Birahim, un talento del pallone . Convocato nella nazionale Senegal

Birahim Diousse classe 2008, convocato nella nazionale calcio del Senegal

Dai primi calci al pallone il talento è stato evidente, tanto da garantire un’ascesa rapida: da Seravezza alla Fiorentina sino ad approdare alla nazionale del Senegal. È un’esperienza da favola quella che sta vivendo il giovanissimo calciatore Birahim Diousse partito alla volta di Antalya in Turchia, convocato dalla nazionale del Senegal per partecipare a uno stage di preparazione alla Coppa del mondo under 17. Questa esperienza, ai massimi livelli del calcio internazionale, proseguirà sino al 29 ottobre poi Birahim farà ritorno nella squadra viola dove milita come centrocampista. Nato il 2 febbraio del 2008 a Camaiore, da genitori senegalesi, Birahim viva da sempre a Valventosa e ha frequentato la scuola primaria a Ripa e la media Pea a Marzocchino, coltivando la passione per il calcio. Con uno stile non comune, tanto da essere subito notato dai dirigenti del Seravezza che hanno compreso come avesse caratteristiche atletiche e tecniche ben superiori alla media. "Misurava già un metro e 85 – ricordano al Seravezza Calcio – una grande potenza e la dote di essere ambidestro lo hanno sempre fatto distinguere come un elemento di punta della squadra". Nel 2021 arriva la chiamata nella squadra giovanile della Fiorentina che riesce a strapparlo ad altri pretendenti di massimo livello come Milan, Juventus e Atalanta. Adesso la convocazione nella nazionale del Senegal, il Paese di origine dei suoi genitori di cui ha il passaporto assieme a quello italiano.

"E’ una grande soddisfazione anche per noi - commenta Edo Luisi, direttore generale dell’A.S.D. Seravezza Pozzi Calcio – un vero motivo di orgoglio che sia cresciuto nella nostra scuola calcio dove sono state gettate le basi per questi alti livelli. Birahim è rimasto parte della nostra grande famiglia, tanto che continuiamo a seguirlo e ci tiene aggiornati". Una soddisfazione alla quale fa eco quella del sindaco Lorenzo Alessandrini che rivolge le congratulazioni a questo talentuoso cittadino. "Birahim è la palese dimostrazione che, al di là delle sue grandissime e innate doti, la scuola calcio seravezzina è un luogo di grande formazione – sottolinea – capace di dare soddisfazioni ai ragazzini che la frequentano e alle loro famiglie. Al contempo è la dimostrazione di quanto sia importante impegnare risorse per la formazione dei nostri giovani, in considerazione della finalità anche sociale che riveste lo sport". Il talento di Birahim è nel dna familiare: il fratello Ahmed (classe 2011), anche lui del Seravezza Calcio, ha già attirato le attenzioni delle squadre del Bologna e dell’Empoli.

Fra.Na.