Alpemare, party tra note e glam: "Mai avrei pensato di prendere due concessioni demaniali"

Il maestro Bocelli ha ironizzato dal palco rivolgendosi agli oltre 800 ospiti del galà in spiaggia. Presenti imprenditori, sportivi, giornalisti e volti tv come Edoardo Stoppa e Juliana Moreira.

Alpemare, party tra note e glam: "Mai avrei pensato di prendere due concessioni demaniali"

Alpemare, party tra note e glam: "Mai avrei pensato di prendere due concessioni demaniali"

"Tra tutte le cose che avrei voluto prendere, ma avrei pensato a due concessioni demaniali". La battuta gioviale di Andrea Bocelli è stata il saluto agli oltre 800 ospiti dell’atteso party per inaugurare il raddoppio dell’Alpemare dopo l’acquisto dell’adiacente bagno Italia che ha permesso un ampliamento della spiaggia a 110 tende e ben due ristoranti.

La serata ha intrecciato spettacolo, eleganza e il sapore della tradizionale convivialità sul mare con quelle note di esclusività che hanno reso l’occasione da incorniciare. Brindisi sotto le tende, i due groom Cartier posizonati all’ingresso, fiumi di champagne e la bellezza di quasi mille ospiti abbigliati total white ("con un tocco color Alpemare" come dress code indicato nell’invito): ecco imprenditori, professionisti di grido, sportivi, giornalisti, qualche influencer e pure volti dello showbiz come Edoardo Stoppa di Striscia La Notizia e la moglie Juliana Moreira. Presente ovviamente la Bocelli family affiancata dal direttore Alpemare Fabio Giannotti. Da sogno l’allestimento tra cascate di orchidee a ricoprire un patino alla stregua di un elemento di arredo sulla passerella, fino alle divertenti opere dell’artista Jonathan Griffith tra caramelle e Chupa Chups a fare da contrasto cromatico alle cabine verde Tiffany ormai iconico biglietto da visita di Alpemare. Ogni spazio ha garantito una piacevole sollecitazione. Le leggiadre evoluzioni della regina del burlesque Eve Le Plume che, come creatura impalpabile, è stata abilissima a fare della seducente nudità un’arte priva di pesante carica erotica. Poi invece la consistente emozione di sentir intonare "Io vivo per lei", uno dei brani che hanno lanciato Bocelli, proprio nel bellissimo salotto balneare del numero uno del belcanto.

"Un ringraziamento speciale a mia moglie – ha detto dal palco – perché lei ha messo passione cuore e energie affinché tutto funzionasse bene. Tante persone oggi, grazie a questa iniziativa, possono lavorare e ci danno gioia". "Veramente senza quelle tue corde vocali tutto questo non sarebbe stato possibile – ha ribattuto ironicamente Veronica Bocelli – e tanti sono i ringraziamenti. La notizia più importante è che accanto alla cucina italiana che abbiamo nel cuore, quest’anno dal 28 giugno sarà aperto qui anche Nobu. Siamo molto contenti. È stata un’iniziativa folle, iniziata pochissime settimane fa, ma come tutte le avventure un po’ folli sono quelle che funzionano meglio". Poi spazio alla musica con una ’chicca’ scelta proprio da Bocelli, il giovane cantante francese Titano, dal timbro vellutato e eccezionalmente identico a Charles Aznavour. "L’ho incontrato un mese fa per caso in un ristorante a Ginevra – ha raccontato – e ho sentito un ragazzo che cantava e ho detto: ’’Ma è Aznavour, ma non è morto?’ e ho scoperto che era questo ragazzo ma non ero convinto di quello che sentivo così gli ho chiesto di cantarmi una canzone senza microfono. Lui l’ha fatto e son rimasto colpito". A coinvolgere poi Ilaria Della Bidia da anni vocalist di Bocelli e un clima di divertente condivisione di quell’esperienza così esclusiva. Che adesso si traduce in una nuova scommessa turistica di livello. Alpemare propone anche cinque tende king size di 5 metri per 3 disponibili a 1200 euro il giorno e occasioni al tramonto dedicate agli spender. Come l’aperitivo al tramonto targato Cartier, con bottiglie dello champagne distribuito unicamente dalla maison lusso e introvabili nelle enoteche.

Francesca Navari