Trestina da grande, questa è un’impresa. Un gol di Tascini piega il super-Gavorrano

I bianconeri superano la corazzata toscana che era ancora imbattuta ma che si ferma sul palo. Prova ’totale’ dei ragazzi di Ciampelli

Trestina da grande, questa è un’impresa. Un gol di Tascini piega il super-Gavorrano
Trestina da grande, questa è un’impresa. Un gol di Tascini piega il super-Gavorrano

1

GAVORRANO

0

(4-3-3): Fiorenza 6,5; Dottori 6 (38’ s.t. Irione s.v.), Contucci 7, Sensi 7, Bucci 6,5: Omohonria 7, Menghi 6, Marietti 6; Di Nolfo 6,5 (42’ s.t. Soldani s.v.), Tascini 7, Belli 6,5. All. Ciampelli 7

FOLLONICA GAVORRANO (4-3-3): Filippis 6; Botrini 6, Dierna 7, Ampollini 5,5, Ceccanti 6; Masini 6,5 (29’ s.t. Barlettani 6,5), Lo Sicco 6,5 (39’ s.t. Modic s.v.), Pignat 6 (13’ s.t. Origlio 6); Souare 6,5 (29’ s.t. Grifoni 7), Marcheggiani 6, Pino 5,5 (29’ s.t. Regoli 7). All. Masi 6

Arbitro: Castelli di Ascoli 6,5

Marcatore: 20’ s.t. Tascini

Note: al 31’ s.t. espulso Ampollini per doppia ammonizione

Impresa del Trestina, che si impone su un Follonica Gavorrano sinora imbattuto in campionato. Una prestazione davvero corale quella della squadra di mister Ciampelli, al cospetto di una delle formazioni di maggior tasso tecnico del torneo. In un primo tempo equilibrato a provarci in avvio è Di Nolfo (4’) ma il pallone termina a lato. Al 25’ la prima conclusione nello specchio, al termine di una bella azione dei padroni di casa: Di Nolfo mette in azione Belli che gli restituisce il pallone, lo stesso Di Nolfo va al tiro ma Filippis non si fa sorprendere. Al 29’ Tascini prova l’eurogol con una punizione appena dopo la linea di centrocampo: apprezzabile il tentativo, il portiere non ci sarebbe arrivato ma la conclusione termina sopra la traversa.

Inizio di ripresa senza sussulti fino al 17’, quando Pino ha una buona chance, sprecata con una conclusione a lato. Al 20’ l’episodio decisivo: assist di Di Nolfo per Tascini, che davanti al portiere non sbaglia. Gli ospiti non ci stanno e sfiorano il pareggio al 23’, con Pino che devia di testa da sottomisura ma non trova la porta. Al 31’ Ampollini ferma irregolarmente Belli, rimediando la seconda ammonizione e l’espulsione: passano 4’ ed toscani sfiorano il pari con un colpo di testa del nuovo entrato Regoli, ma il pallone termina sul palo. Il Trestina lotta su ogni pallone ed al triplice fischio dell’arbitro può festeggiare sotto i propri tifosi.

Paolo Cocchieri

Continua a leggere tutte le notizie di sport su