Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Viene adescata in chat e poi truffata per 600 euro

Vittima una giovane donna. Presta denaro all’uomo. che l’aveva contattata. Finisce con doppia denuncia

Ancora truffe on line. Al termine di una delicata attività di indagine i carabinieri della Stazione di Marsciano hanno deferito all’Autorità giudiziaria per l’ipotesi di reato di truffa in concorso due uomini che erano riusciti ad intascarsi la somma di 600 euro versata da una giovane donna a seguito di lusinghe amorose ricevute in chat. La donna era stata contattata on line da un uomo che, dopo alcuni incontri virtuali e dopo averle promesso di volerla conoscere di persona, le aveva parlato delle sue difficoltà personali, difficoltà che avrebbe potuto risolvere con un prestito di denaro, da restituire al loro primo incontro. La stessa, poi, resasi conto di essere stata raggirata, ha denunciato quanto accaduto nello scorso mese di marzo e da lì è partita l’attività d’indagine.

A Deruta, invece, un imprenditore del posto, attratto dall’inserzione postata su un gruppo tematico relativa alla vendita di un trattore agricolo, ha contattato, tramite chat, l’inserzionista accordandosi per un prezzo di vendita di 4.500,00 euro. Una somma che ha provveduto a versare tramite un bonifico senza avere il mezzo cui era interessato. La denuncia, anche in questo caso, ha permesso ai militari dell’Arma di individuare i presunti autori della truffa. I quattro uomini, tutti italiani, già noti ai Carabinieri per aver messo in atto simili condotte in altre regioni d’Italia, sono stati rintracciati e denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato di truffa in concorso. Ora la loro condotta è al vaglio della Procura della Repubblica di Spoleto.

s.f.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?