Verso il voto, c’è fermento. Palazzetti e Spagnoli in cerca di un’intesa politica

Nessuno dei due, però, è disposto a rinunciare alla sua candidatura e a fare il vice . Biagioli e Custolino sono al momento i nomi del Pd. Tardani alle prese con la “diaspora“ di FdI.

Verso il voto, c’è fermento. Palazzetti e Spagnoli in cerca di un’intesa politica

Verso il voto, c’è fermento. Palazzetti e Spagnoli in cerca di un’intesa politica

Tutte le forze politiche e tutti gli aspiranti sindaci che sono finora in campo hanno le loro belle gatte da pelare ed ognuno è difficoltà per motivi diversi. Sul fronte dei nuovi protagonisti, la top manager civica Roberta Palazzetti e l’ex comandante della polizia stradale Stefano Spagnoli hanno avviato una fase di annusamenti e corteggiamenti reciproci, ma a quanto pare il feeling politico non sarebbe scoppiato. Almeno finora. Nel corso dell’ultimo incontro per interposta persona, l’ex comandante si sarebbe detto disponibile a realizzare un abbinamento elettorale con Palazzetti, ma senza rinunciare alla sua candidatura a sindaco. Nessuno dei due sarebbe dunque disposto finora a fare un passo indietro, né a fare il o la vice dell’altro, ma le cose sono in movimento e Spagnoli annuncia novità a breve. Anche Palazzetti avrebbe fatto una mossa analoga per “egemonizzare“ il Pd nel corso di un primo e infruttuoso incontro con il segretario dem Maurizio Talanti, ma il “corteggiamento“ finalizzato a convincere il Pd a sostenere la candidatura Palazzetti non è andato in porto. Cose di qualche settimana fa. In casa democratica le difficoltà sono tante. La strategia di valorizzare mediaticamente la disponibilità a candidarsi del medico Stefano Biagioli per candidare a sindaco l’esponente socialista Floriano Custolino rimarrebbe una delle opzioni in campo. Quella con teoricamente meno problemi di tutti appare Roberta Tardani che ha profuso un grande sforzo per avere con sé tutti i simboli del centrodestra, ma che è insidiata dalla diaspora di Fratelli d’Italia guidata da Umberto Garbini in sostegno a Palazzetti. Sulla consistenza elettorale dei FdI che correranno senza il loro simbolo si gioca l’ambizione del sindaco uscente.

Cla.Lat.