Una “Attorta“ da sessanta metri. Città da gustare con Dolci d’Italia

La manifestazione si svolgerà dal 28 ottobre al primo novembre. Edizione 2023 presentata a Palazzo Donini

Una “Attorta“ da 60 metri per un dolce da record. È iniziato Il conto alla rovescia verso e’edizione 2023 di Dolci d’Italia. Quest’anno il Festival nazionale dei Dolci, organizzato da Epta Confcommercio Umbria, trasformerà Spoleto nel cuore pulsante della pasticceria italiana dal 28 ottobre al primo novembre con cooking show, laboratori e mostre mercato. La presentazione dell’evento si è tenuta ieri a Perugia, a Palazzo Donini, alla presenza della presidente della Regione Donatella Tesei, del presidente di Epta Confcommercio Umbria, Aldo Amoni, del sindaco di Spoleto Andrea Sisti, del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto Dario Pompili, di Tommaso Barbanera presidente di Confcommercio Spoleto, Pietro Bellini in rappresentanza del GAL Valle Umbra e Sibillini. "Dopo il grande successo de I Primi d’Italia - così Amoni - la società Epta si appresta ad organizzare la quarta edizione di Dolci d’Italia a Spoleto. Quest’anno passeremo da 3 a 5 giorni, includendo il ponte del primo novembre. Novità di quest’anno la Tana dei Golosi, dove sarà possibile fare degustazioni di dolci, prendere un tè o un caffè, assaggiare le specialità proposte nel festival. Al Chiostro San Nicolò avremo l’esposizione dei dolci in vendita e per gli show cooking arriveranno a Spoleto personaggi importanti del mondo della pasticceria italiana". A Dolci d’Italia diversi i nomi di rilievo, tra cui quello di Giuseppe Amato, incoronato come miglior pasticciere da ristorazione del mondo a Parigi; Monica Pannacci, tra le foodblogger più influenti d’Italia e Renato Ardovino, star della Tv ed esponente di spicco del cake design italiano.

"Un programma ricco ed eterogeneo - commenta la presidente Tesei - per una manifestazione che ormai sta entrando nella tradizione degli eventi umbri. Spoleto sarà magnifico palcoscenico per questo atteso appuntamento nonché punto di partenza per tutti coloro che vorranno abbinare alla manifestazione un giro alla scoperta della nostra regione" Un’ edizione ricchissima nella quale non mancherà un dolce da record: 60 metri di Attorta. Il dolce tipico di Spoleto sarà realizzato grazie alla preziosa collaborazione con l’Istituto Alberghiero "Giancarlo De Carolis", per la quale gli organizzatori ringraziano la dirigente scolastica, i professori e gli studenti. "Dolci d’Italia - commenta il sindaco Sisti - e` ormai a pieno titolo tra gli eventi principali e di maggior richiamo della nostra città".