Un carabiniere all'esterno del supermercato della rapina
Un carabiniere all'esterno del supermercato della rapina

Foligno, 22 settembre 2019 - Terrore nella serata di sabato, poco prima delle 20, nel market Tigre di via Monte Cervino. Un bandito, armato di coltello, è entrato nel negozio per mettere a segno una rapina: ne è uscito ferito, con la cassa e dopo aver accoltellato un uomo. La vittima, poco più che cinquantenne, marito di una delle dipendenti del market, è stato trasportato in ospedale: le sue condizioni sarebbero serie.

Il rapinatore è riuscito a scappare, seppure ferito anche lui, portando con sé il suo bottino: non più di 500 euro. Ma andiamo per ordine. L’uomo rimasto ferito era andato a prendere la moglie al lavoro, cosa che a quanto pare faceva di solito quando alla donna toccava il turno di chiusura del negozio, proprio perché temeva una possibile rapina o un’aggressione.

Un incubo che si è materializzato ieri sera, poco prima delle 20. Nel market c’erano la cassiera, che stava eseguendo le utime operazioni prima della chiusura, e suo marito. È entrato un uomo, con il volto travisato da un paio di occhiali da sole e da un cappellino, armato di un coltello. Ha dichiarato subito le sue intenzioni: il marito della dipendente avrebbe accennato un minimo di reazione, quel tanto da indurre il rapinatore a sferrare contro di lui più di una coltellata.

Il malvivente  ha colpito più volte l’uomo che, comunque, nell’estremo tentativo di bloccarlo sarebbe riuscito a ferirlo a sua volta, seppur più lievemente. Il bandito sarebbe fuggito, non dopo aver preso di peso la cassa. La donna, ovviamente terrorizzata, ha dato l’allarme, tentando di soccorrere il marito come poteva, in attesa del del 118.

Sono arrivati gli addetti dell’ambulanza che hanno stabilizzato la vittima e hanno provveduto al trasporto all’ospedale San Giovanni Battista: l’uomo è stato sottoposto a tutti gli accertamenti e le cure del caso. A quanto pare avrebbe ricevuto almeno tre coltellate che hanno causato una perdita di sangue “importante”. Le sue condizoni sarebbero serie. I medici ne hanno disposto il ricovero. Cure di primo soccorso anche per la donna: sotto choc, sebbene non ferita.

I carabinieri,  dopo aver ascoltato la dipendente del negozio, hanno iniziato la “caccia” al malvivente che, come detto, sembra fosse ferito anche lui: all’esterno del negozio, infatti, gli ivnestigatori hanno trovato tracce di sangue che di certo non apparterrebbero alla vittima. I militari si sono subito messi al lavoro per ricostruire la fuga del rapinatore, cercando di capire innanzitutto se ad aspettarlo fuori dal market, magari un paio di isolati più in là, ci fosse un complice. Attivati posti di blocco e avviata una vera e propria caccia all’uomo.