Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
24 giu 2022

"Over 80 ricoverati, tutti senza quarta dose"

Covid, anche nei ‘feriali’ positivo un tampone su tre. Coletto: "Sull’ultima profilassi siamo in ritardo"

24 giu 2022
Qualche preoccupazione per i ricoveri. Gli attualmente positivi sono 9.949 (555 in più in 24 ore)
Qualche preoccupazione per i ricoveri. Gli attualmente positivi sono 9.949 (555 in più in 24 ore)
Qualche preoccupazione per i ricoveri. Gli attualmente positivi sono 9.949 (555 in più in 24 ore)
Qualche preoccupazione per i ricoveri. Gli attualmente positivi sono 9.949 (555 in più in 24 ore)
Qualche preoccupazione per i ricoveri. Gli attualmente positivi sono 9.949 (555 in più in 24 ore)
Qualche preoccupazione per i ricoveri. Gli attualmente positivi sono 9.949 (555 in più in 24 ore)

"Alcuni dei soggetti per i quali è consigliata la quarta dose, magari ha avuto il Covid in questi mesi, ma di certo c’è che sulla somministrazione della quarta dose siamo indietro (solo il 12,01 della popolazione per la quale è consigliata), non tanto per la categoria delle persone fragili, ma per gli over 80 che sono certamente esposti a maggior rischio di sviluppare malattia severa e che con la somministrazione della quarta dose da subito, avrebbero una copertura decisamente più efficace".

A dirlo è l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, analizzando gli ultimi dati sulla fiammata che anche il Covid sta avendo in Umbria.

"Da un’analisi delle ospedalizzazioni - spiega l’assessore - emerge che l’età media delle persone con necessità di cure ospedaliere è intorno ai 79 anni. Tra i soggetti over 80 ricoverati, nessuno e quindi il 100 per cento, ha fatto la quarta dose e tutti hanno superato la soglia dei 120 giorni dall’ultima somministrazione di vaccino".

L’assessore ricorda inoltre le più recenti raccomandazioni del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) secondo le quali "il beneficio per la salute pubblica della somministrazione di una seconda dose di richiamo di mRna per il Covid-19, è stato valutato come più evidente nelle persone di età pari o superiore a 80 anni e la somministrazione immediata di una seconda dose di richiamo in questa popolazione è risultata ottimale in situazioni in cui la circolazione virale era alto o in aumento".

Nel frattempo i nuovi casi giornalieri sono saliti in un colpo solo di poco sotto ai mille e quasi 10 mila gli attualmente positivi, a fronte di un numero praticamente analogo al giorno precedente di tamponi analizzati che ormai viaggiano su una positività di uno su tre anche nei giorni feriali.

E’ il quadro dell’andamento della pandemia in Umbria che emerge dai dati della Regione aggiornati a ieri mattina. Quasi stabili i ricoveri, uno in più nell’ultimo giorno, 118 in tutto, di cui uno (dato invariato) in terapia intensiva.

I guariti sono 400 e si registra un altro decesso. Gli attualmente positivi salgono così a 9.949 (555 in più nelle ultime 24 ore). Nel complesso sono stati analizzati 3.383 tamponi (tra test antigenici e molecolari) per un tasso di positività del 28,25 per cento (era 25,6 per cento mercoledì e 22,1 martedì).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?