Terni, 7 luglio 2020 - Tragedia a Terni, dove due ragazzi, amici tra loro, sono stati trovati morti nel sonno in case diverse, in quartieri anche distanti tra loro. La scoperta è avvenuta da parte dei rispettivi familiari nella mattina di martedì 7 luglio.

Si indaga sulle cause delle due morti. Tutte le ipotesi sono aperte. I due ragazzi avevano uno 15 e uno 16 anni. Nella giornata di lunedì avevano trascorso la giornata insieme, con anche altri amici. Sui corpi dei due ragazzi non ci sono segni di violenza. I quartieri in cui è avvenuta la tragedia sono quelli di San Giovanni e Villa Palma. 

Una tragedia che ha dell'increidibile e sulla quale sono subito scattate le indagini delle forze dell'ordine. I giovani erano rientrati regolarmente a casa e sono morti nei loro letti. I ragazzi erano entrambi in buona salute e non soffrivano di particolari patologie. I carabinieri non escludono l'assunzione di sostanze. 

«Sulla scorta delle prime risultanze raccolte sul posto il decesso dei due minori - dicono i carabinieri - potrebbe essere collegato all'assunzione di sostanze droganti».

Saranno dunque gli accertamenti autoptici e tossicologici che verranno disposti dal sostituto procuratore Raffaele Pesiri - che sta coordinando l'indagine con la supervisione del procuratore capo Alberto Liguori - a cercare di fare chiarezza sulle cause dei due decessi.

Anche dai racconti degli amici delle due vittime gli investigatori - che stanno ripercorrendo a ritroso quanto fatto nelle ultime ore dai minori - sperano di raccogliere elementi utili a chiarire il quadro che potrebbe nascondersi dietro a queste due morti improvvise.

«Sono sgomento e profondamente addolorato per la tragedia che ha colpito due giovanissimi ragazzi e l'intera città di Terni» ha dichiarato anche il sindaco, Leonardo Latini. «In questo momento - ha aggiunto - intendo esprimere la vicinanza mia e dell'istituzione che rappresento, oltre che dell'intera comunità ternana, alle famiglie che hanno subito questa enorme perdita».