Carlotta Martellini
Carlotta Martellini

Perugia, 28 luglio 2020 - Sarebbe stata sbalzata dalla jeep sui cui viaggiava come passeggera. Tanto che dopo l'incidente le amiche l'hanno cercata a lungo, trovandola poi priva di conoscenza tra gli scogli. Sono gli ultimi attimi di vita di Carlotta Martellini, da poco diciottenne. E' la ragazza di San Mariano di Corciano morta durante la vacanza a Mykonos.

Era con un gruppo di amiche per qualche giorno di relax appunto poco dopo aver compiuto il suo diciottesimo anno. Carlotta è morta all'alba di venerdì 24 luglio, quando il mezzo su cui viaggiava ha sbandato finendo su una scogliera sulla provinciale Agios Stefanos-Fanari. La giovane è stata sbalzata fuori dal mezzo ed è finita sugli scogli, vicino al mare.

"La chiamavamo ma non la trovavamo": una delle amiche racconta così gli attimi successivi all'incidente. Le ragazze stavano tornando a casa dopo una serata al Tropicana, un noto locale dell'isola. "Ci chiamavamo tra noi ma Carlotta non si trovava": poi le ragazze fanno la terribile scoperta, la loro amica è tra gli scogli, priva di conoscenza. L'ambulanza, sostengono le ragazze, è arrivata dopo diverse decine di minuti. Per Carlotta non c'era più niente da fare. 

Le sette amiche nel frattempo si sono chiuse nel silenzio e nel dolore. Tra loro si sentono e si telefonano, raccontano a La Nazione i parenti. Con tutti gli altri amici i contatti sono stati sospesi o ridotti ai minimi termini. Troppo forte lo choc, soltanto i racconti e lo sfogo con i familiari. 

Le autorità locali umbre si stringono attorno alla famiglia. Che intanto è a Mykonos per le dolore pratiche burocratiche per il rientro di Carlotta in Italia per i funerali le cui date non sono ancora state fissate. La giovane aveva appena terminato il quarto anno dell'Iis Giordano Bruno di Madonna Alta, a Perugia. Frequentava l'indirizzo linguistico. La comunità scolastica è comprensibilmente sotto choc, come spiega il dirigente scolastico Giuseppe Materia.