SOFIA COLETTI
Cronaca

La magia del cinema sotto le stelle. Perugia, novità all’Arena del Frontone

Da stasera riapre lo storico spazio, con gestione a due. E domani torna “Méliès en plein air“ in via della Viola

La magia del cinema sotto le stelle. Perugia, novità all’Arena del Frontone

La magia del cinema sotto le stelle. Perugia, novità all’Arena del Frontone

La lunga estate calda del cinema sotto le stelle riparte tra belle conferme e novità che promettono scintille. Questa sera riaccende i suoi proiettori la storica Arena dei Giardini del Frontone, da sempre uno dei momenti più amati e attesi in città, che dà il via alla programmazione con una nuova realtà organizzativa: la CineGatti dei fratelli Marco e Mirco Gatti, insieme allo Zenith di Riccardo Bizzarri, si è aggiudicata la gara di appalto del Comune per la gestione estiva del Frontone per i prossimi 34 mesi. Domani sarà invece la volta di “Méliès en plein air“, l’Arena del cinema Méliès nel chiostro di San Fiorenzo in via della Viola.

La nuova gestione. Due storici esercenti dell’acropoli perugina, Gatti e Bizzarri, uniscono ufficialmente le forze (mentre il PostModernissimo aprirà un’Arena al Barton Park) con pratiche da ultimare per creare una società temporanea d’impresa, “Fronte del cinema“. "L’idea era nell’aria da tempo – ha raccontato ieri Bizzarri insieme a Mirco Gatti – e punta ad avere altri risvolti con l’ipotesi di creare una collaborazione tra i cinema cittadini per la programmazione invernale, già c’è stata una sperimentazione". L’obiettivo è creare un modello di “mutuo soccorso“ tra i cinema di quartiere e permettere a tutti di restare aperti grazie a una programmazione coordinata tra esercenti.

L’Arena del Frontone. Il cinema all’aperto negli storici giardini di Borgo XX Giugno riapre stasera con la partita di calcio Italia-Spagna agli Europei, con ingresso libero. Da domani spazio al grande cinema, sempre alle 21 con i film più amati della stagione, le pellicole di successo, i cartoon per bambini, le nuove uscite e le anteprime. Ci sono titoli scelti dal pubblico sui social con la supervisione di Margherita Manenti, si terrà conto delle sfide dell’Italia agli Europei e lo Zenith sarà d’appoggio all’Arena in caso di maltempo con uno spazio al chiuso. "La programmazione – raccontano i gestori – ripercorre l’esperienza degli anni passati. Abbiamo tante idee ma non c’è stato ancora il tempo per realizzarle". L’obiettivo, dicono, "è usare lo spazio non solo come arena di cinema ma per attività culturali a largo raggio, spettacoli dal vivo e ristorazione". Intanto tornano le collaborazioni: il Bar Frontone è gestito dal T-Trane che curerà serate di dj set (domani la prima, tra gli ospiti ci sono il Festival “L’Umbria che che spacca“, Metanoia con le rimusicazioni live (domenica “Il fantasma dell’opera“), la lirica ad agosto. Con “Cinema Revolution“, il biglietto per i film europei costa 3.50 euro, per gli altri 6 euro, 5 per i ragazzi.

Méliès en plein air. E da domani si apre anche l’Arena del cinema Méliès in via della Viola dove la CineGatti propone la rassegna “D’Essai D’Estate“. Domani si comincia con il documentario “A sud della musica“ in omaggio a Giovanna Marini per proseguire fino al 31 agosto con i film della stagione e pellicole selezionate presentate direttamente dalle associazioni, come Legambiente, Fiorivano le Viole, Omphalos. Ci saranno anche cinque mini-rassegne: “Manga per sogno”, 5 film di cinema giapponese anime, “Corpi in prestito”, con cinque titoli di Pedro Almodovar, “Les enfant de Méliès”, 5 film per i più piccoli, “Culture Cult” con i capolavori che hanno fatto la storia e “I like Chaplin”, con 5 film di Charlot. per finire, i “Film dell’anno”, con i migliori titoli dai festival di Cannes a Venezia, spesso e volentieri presentati dal collettivo “Falene“ che vuole educare le giovani generazioni alla magia del grande schermo .