Innovazione alimentare, il master: "Ristorazione al top, è la ciliegina"

La soddisfazione di Amoni: "È un riconoscimento per Foligno, il Centro Studi e i Primi d’Italia"

Innovazione alimentare, il master: "Ristorazione al top, è la ciliegina"

Innovazione alimentare, il master: "Ristorazione al top, è la ciliegina"

È pronto a partire da settembre il master di primo livello in ‘Progettazione e gestione dell’innovazione alimentare e gastronomica’ dell’Università degli Studi di Perugia, con l’importante collaborazione del Comune di Foligno, del Centro Studi, di Epta Confcommercio e dei Primi d’Italia. Ieri la presentazione con il presidente del Centro Studi, Daniele Mantucci, il presidente di Epta Aldo Amoni e i rappresentanti del Rettore, i professori Carla Emiliani e Gabriele Cruciani. Il Master avrà la durata di un anno accademico, si articolerà su 1500 ore di formazione, per un totale di 60 Cfu. La struttura del corso prevede 107 ore di didattica frontale, 46 ore di didattica a distanza in modalità sincrona, 153 ore di didattica laboratoriale, 544 ore di studio individuale e 640 ore di stage e project work, con elaborato finale. Sarà una realtà che farà capo al Dipartimento di Agraria ma le cui attività di formazione si svolgeranno a Foligno. L’obiettivo del Master è quello di sviluppare le competenze professionali affrontando numerose tematiche legate all’innovazione degli alimenti e alla gastronomia. Soddisfatto Mantucci: "Si tratta di un riconoscimento di Foligno, del Centro Studi e dei Primi d’Italia, un evento nazionale possibile grazie alle attrezzatissime taverne dei Rioni della Quintana, arrivati a livelli di eccellenza grazie al Gareggiare dei convivi". "Con questa occasione – ha detto Amoni – alziamo il livello culturale e mettiamo la ciliegina sulla torta di una ristorazione folignate già ad altissimi livelli". La prof Emiliani ha sottolineato quanto l’Ateneo tenga all’iniziativa, in una chiave che possa rendere l’Ateneo il più aperto possibile e il più diffuso sul territorio. "Importante anche che i Primi e la Quintana possano usare le competenze create dall’Università per far fare un salto di qualità ai giovani: c’è bisogno di capacità manageriali e conoscenze scientifiche". Il master accoglierà studenti triennali. I posti sono fino ad un massimo di 25, ma ci sarà anche la possibilità di partecipare come uditori. A salutare l’avvio della nuova avventura anche il vicesindaco Riccardo Meloni, il consigliere provinciale David Fantauzzi e il presidente dell’Ente Giostra della Quintana Domenico Metelli.

Alessandro Orfei