Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
25 mag 2022

Il vandalo rischia di farla franca

Oltraggio al Duomo di Orvieto: la telecamera non avrebbe ripreso il teppista che ha imbrattato il muro

25 mag 2022

L’autore della bravata ai danni del Duomo potrebbe farla franca. La registrazione video effettuata da una delle telecamere dell’Opera del Duomo non consente infatti di coprire il punto in cui l’ignoto vandalo ha deturpato il muro esterno della cappella di San Brizio con una bomboletta spray di colore verde grazie alla quale ha sfogato la sua rabbia contro l’Inter nella notte dello scudetto rossonero. Un senso di frustrazione aleggia in queste ore tra gli agenti del commissariato e l’Opera del Duomo perché il sistema di telecamere attivo su piazza duomo ha evidentemente “bucato“ quella zona compresa tra la parte laterale destra della cattedrale, i palazzi papali sede della dimora vescovile e il lato sinistro di palazzo Soliano. Si tratta infatti di una zona non coperta dalle telecamere, trattandosi del muro sopra il giardino e non di una via di passaggio.

Una beffa che, molto probabilmente, produrrà l’effetto di garantire l’impunità al responsabile di quel gesto che ha provocato indignazione a tutti i livelli. L’unico video disponibile mostra le ombre di tre ragazzi, uno dei quali è in costante movimento, ma non si vede il punto in cui è avvenuto l’imbrattamento. Identificare i tre sarà forse possibile, ma non esiste comunque alcuna prova che siano stati loro ad usare la bomboletta spray. Gli uomini al comando del dirigente del commissariato Antonello Calderini stanno facendo ogni sforzo possibile anche cercando testimonianze che potrebbero rivelarsi molto utili, ma la strada è tutta in salita a causa di come è stato concepito il piano di videosorveglianza di piazza duomo. Le telecamere del Comune controllano la piazza, quelle della polizia la facciata e l’interno, quelle dell’Opera l’esterno destro della cattedrale e quelle dei carabinieri, installate dalla parte del museo Greco, un’altra parte della facciata.

Manca esattamente la copertura del muro che è stato preso di mira. Un particolare che potrebbe rendere vana ogni indagine delle forze dell’ordine e che forse potrebbe non essere casuale. I vandali sono stati solo fortunati oppure sapevano che quella zona rimane scoperta? Nel frattempo gli specialisti chiamati dall’Opera del duomo sono al lavoro per la completa cancellazione della scritta.

Cla.Lat.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?