È sotto l’obbligo di firma ma lo arrestano per furto

Assisi, ladro seriale finisce in carcere: nonostante il provvedimento restrittivo avrebbe continuato a fare colpi in supermercati e bar. Scatta la misura cautelare.

È sotto l’obbligo di firma ma lo arrestano per furto

È sotto l’obbligo di firma ma lo arrestano per furto

ASSISI – Ladro ‘seriale’ non si ferma nonostante l’obbligo di firma e così finisce in carcere. Si tratta di uno straniero di 36 anni che aveva l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria in quanto accusato di furto aggravato, ma ha continuato a rubare, in particolare in supermercati e bar, e a commettere reati contro il patrimonio; così per l’uomo, residente da diversi anni in Italia, si sono spalancate le porte del carcere. Nel più recente periodo, infatti, avrebbe messo a segno, insieme a un complice, una serie di furti nella zona di Assisi e di Bastia Umbra. Così i Carabinieri di Assisi hanno eseguito nei suoi confronti il provvedimento emesso dal Tribunale di Perugia – Sezione Penale con il quale è stata disposta la revoca dell’obbligo di firma e la contestuale applicazione della misura cautelare della custodia in carcere. A carico dell’uomo, nei mesi scorsi, era già stato emesso un provvedimento cautelare per il reato di furto aggravato. Alla fine dello scorso mese, però, l’indagato, in concorso con un’altra persona, si era reso responsabile di diversi reati contro il patrimonio e, soprattutto, di una serie di furti presso supermercati e bar ubicati nelle zone di Bastia Umbra ed Assisi, episodi che avevano anche sollevato preoccupazione e allarme; all’esito dell’udienza di convalida è stata pertanto applicata la misura in carcere. Vista la situazione la procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia, ha chiesto l’aggravamento della misura in atto. Alla luce della situazione e dei nuovi episodi, il Giudice, valutata la reiterazione dei reati e la violazione della misura ha disposto la detenzione in carcere. Lo straniero è stato rintracciato a Perugia e portato a Capanne.