Tosca Ardua
Tosca Ardua

Perugia, 19 settembre 12019 - Sarà forse l'aria oppure la tempra d’altra epoca? La longevità resta un mistero e intanto il club degli “ultracentenari” di Ponte San Giovanni vede aggiungersi un nuovo membro esclusivo. Si tratta della signora Tosca Scardua, nata il 3 agosto 1917, un anno prima della fine della Grande Guerra per intenderci. Originaria di Villimpenta, in provincia di Mantova, la signora Tosca ha spento proprio questa estate 102 candeline a Ponte San Giovanni, quartiere in cui vive da molti anni con la propria famiglia.


Forse indaffarata con l’uncinetto e i nipoti, oppure cauta come tutte le donne nel rivelare l’età, la signora Tosca era rimasta in incognito. Ma il suo anonimato non è durato a lungo perché i membri della onlus Pro Ponte, sempre molto radicati nel territorio, l’hanno scovata. «L’abbiamo scoperto per caso – ammette Gino Goti, consigliere della Pro Ponte – ma non appena l’abbiamo saputo il presidente Antonello Palmerini, ha fatto preparare la tessera onoraria dell’associazione ».
 

La signora Tosca si aggiunge così ad altre due ultracentenarie che, come lei, nel 2019 hanno compiuto 102 anni: la signora Lidia Batta e la nonna Faustina Ermasi. 306 anni in tre ma una vitalità da fare invidia ai più giovani. Perché mentre la signora Tosca si impegna ancora con sciarpe e uncinetto, donna Lidia segue ancora con attenzione e interesse il frantoio gestito dal figlio Giovanni e dalla nuora Giuliana. Nonna Faustina, invece, legge ancora molti giornali e settimanali, guarda la televisione e racconta ai suoi tre nipoti episodi della sua vita e ricette della tradizione. Del resto queste signore avevano quasi trent’anni quando il secondo conflitto mondiale è finito, più di cinquanta quando l’uomo è atterrato sulla luna e un’ottantina quando gli occhi del mondo erano fissi sugli schermi dopo i terribili attentati dell’11 settembre 2001.

L’Umbria è la seconda regione più longeva d’Italia con 162 ultra 90enni ogni 10mila abitanti, preceduta solo dalla Liguria. Secondo l’Istat il 25% della popolazione regionale ha più di 65 anni (222mila persone).
Ma il segreto qual è? In tanti scommettono sulla genetica, altri sulla dieta e qualcuno sullo stile di vita sano ed equilibrato. Ma in fondo nessuno ha ancora trovato la ricetta dell’elisir di lunga vita. «Semmai dovessi trovarlo, non esiterei a condividerlo con tutti» garantisce nonna Faustina.
 

Valerio Sforna