Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
23 mag 2022

Allenatore salva la squadra e dedica l’impresa al figlioletto morto. 'Come volevi tu'

Il tecnico tifernate salva il Porto d’Ascoli in serie D e dedica l’impresa a Gianmaria, morto a sei anni. "Ho mantenuto la promessa"

23 mag 2022
nicola agostini
Cronaca
L’allenatore umbro Davide Ciampelli raggiunge la salvezza con il Porto d’Ascoli e resta fisso a guardare il cielo
L’allenatore umbro Davide Ciampelli
L’allenatore umbro Davide Ciampelli raggiunge la salvezza con il Porto d’Ascoli e resta fisso a guardare il cielo
L’allenatore umbro Davide Ciampelli

Perugia, 23 maggio 2022 - L’arbitro Esposito di Napoli fischia la fine di Vastese-Porto d’Ascoli e Davide Ciampelli resta fisso a guardare il cielo prima di venire sommerso dall’abbraccio della panchina e dei giocatori in campo. Lo 0-0 di Vasto vale la salvezza matematica, con 90 minuti di anticipo, ottavo posto del suo Porto d’Ascoli alla prima storica apparizione in serie D in un girone di ferro. Ma qui l’aspetto sportivo è la cosa che conta meno, se non fosse per quella promessa fatta al suo piccolo Gianmaria che un atroce destino gli ha portato via a soli 6 anni, lo scorso 15 luglio. Annegamento in piscina, mentre si trovava ad un centro estivo nella struttura del centro ippico San Giovanni di Città di Castello. E l’estate si trasforma in un gelido interminabile inverno. Gli unici sorrisi quelli che arrivano da Michelangelo, il fratello di Gianmaria, ancora troppo piccino per capire la portata dell’accaduto. Lui, con l’espressione curiosa di chi si affaccia alla vita, scorrazza per casa costringendo mamma Mariasole a seguirlo. Una “normalità“ purtroppo solo apparente. La famiglia è travolta da un dolore che niente e nessuno potrà mai lenire. E pensare che appena un mese prima di quel tragico evento, papà, mamma e fratellini, tutti insieme, erano tornati felici in Altotevere da San Benedetto del Tronto, facendo festa in macchina perché papà Davide aveva appena vinto il campionato di Eccellenza. Poi, di colpo, la tragedia che ha cambiato tutto. "Non volevo più allenare – racconta Davide - non ce la facevo. La mancanza di Gianmaria si faceva sentire troppo. Non avevo più la forza per fare niente. L’ho comunicato alla società ma loro mi hanno detto: Torna quando te la senti. Il nostro allenatore sei tu". Ai primi di agosto 2021 il Porto d’Ascoli inizia la preparazione senza ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?