Torna la Primavera Musicale, quest’anno in un’edizione ‘autunnale’. In occasione dei 250 anni dalla nascita di Ludwig Van Beethoven, la rassegna torna con un concerto sinfonico dedicato al genio tedesco. Il concerto, dal titolo "Viva Beethoven", si terrà sabato 17 ottobre, alle ore 21 al Tempio di San Fortunato. Sarà di fatto un...

Torna la Primavera Musicale, quest’anno in un’edizione ‘autunnale’. In occasione dei 250 anni dalla nascita di Ludwig Van Beethoven, la rassegna torna con un concerto sinfonico dedicato al genio tedesco. Il concerto, dal titolo "Viva Beethoven", si terrà sabato 17 ottobre, alle ore 21 al Tempio di San Fortunato. Sarà di fatto un concerto dedicato alla giovinezza: l’orchestra invitata a suonare per questo appuntamento beethoveniano è l’Orchestra Filarmonica ‘Vittorio Calamani’, reduce dal successo registrato al Festival della Piana del Cavaliere e già nota al pubblico tuderte per aver partecipato al ‘Gran Concerto di Capodanno’ 2020. È formata da giovani musicisti di talento provenienti da tutta Italia, selezionati tramite audizioni. Il direttore d’orchestra sarà il ventiquattrenne milanese Diego Ceretta, nella rosa dei giovani direttori finalisti del Cantelli. Nella prima parte l’orchestra affiancherà il violinista Andrea Cortesi, che eseguirà come solista le due Romanze in Sol Maggiore e in Fa maggiore, e il Konzertsatz WoO5. "Non siamo di fronte ad un’orchestra giovanile in senso stretto o ad un progetto di formazione orchestrale - afferma il Maestro Cortesi - ma ad una vera e propria filarmonica formata da giovani artisti voluta dal fondatore, Stefano Calamani, che, insieme alla società Aisico e al direttore artistico Anna Leonardi, ha creduto fortemente nella valorizzazione culturale che passa attraverso i giovani". La tournée all’insegna di Beethoven proseguirà, venerdì 16 ottobre, alle 18 al duomo di Orvieto, in occasione del 20° anniversario dell’evento internazionale Cittaslow, e si concluderà lunedì 19 ottobre a Novara, al teatro Faraggiana.. S.F.