Al setaccio i treni e le stazioni

Controlli intensificati nelle stazioni ferroviarie di Perugia e Foligno per contrastare la microcriminalità e garantire la sicurezza. Polfer Marche Umbria e Abruzzo vigilano su convogli e aree affollate, con servizi antiborseggio e cani antidroga. Numerosi controlli effettuati, con un passeggero sanzionato per possesso di sostanze stupefacenti. Attività di vigilanza fondamentale per proteggere le linee e prevenire danneggiamenti e furti.

Al setaccio i treni e le stazioni

Al setaccio i treni e le stazioni

Ancora controlli nelle stazioni ferroviarie della provincia di Perugia. Osservati speciali i convogli, ma anche le zone di maggiore affollamento e passaggio. I servizi di vigilanza, predisposti dal compartimento Polfer Marche Umbria e Abruzzo, hanno interessato, in particolare, gli scali di Perugia e Foligno. Oltre a una funzione di deterrenza contro i reati di microcriminalità come danneggiamenti, furti, rapine, accattonaggio molesto, aggressioni ai controllori e ai capo treno, gli operatori della Polfer hanno anche effettuato servizi antiborseggio durante le fasi di ingresso e discesa dai convogli. Gli agenti di polizia ferroviaria si sono avvalsi anche di cani antidroga. L’attività specifica ha permesso di individuare un passeggero che, dopo aver attirato l’attenzione del cane, è stato sottoposto a controllo e trovato in possesso di un cofanetto in metallo con dentro dell’hashish. Per questo è stato sanzionato in quanto in possesso di sostanze stupefacenti. Importante anche l’attività di vigilanza delle strade ferrate e delle infrastrutture, fondamentale per la tutela delle linee e per evitare danneggiamenti, furti di rame, episodi di imbrattamento da parte di writer più o meno improvvisati e il transito dei pedoni sui binari.Nel corso dell’attività nelle stazioni di Perugia e di Foligno e degli scali monitorati lungo gli itinerari della provincia, sono state 470 le persone controllate, 45 i servizi di pattuglia in stazione, 13 quelli a bordo dei convogli in transito.