‘Un’anima di carità’. In memoria di Fioretta

Oggi a Fonterutoli giornata commemorativa organizzata da Acli Siena, famiglia Mazzei insieme all’Arcidiocesi .

‘Un’anima di carità’. In memoria di Fioretta
‘Un’anima di carità’. In memoria di Fioretta

Oggi da Fonterutoli passa il ricordo di grandi della Storia della Toscana ed anche d’Italia. In questa giornata le Acli di Siena, insieme alla famiglia Mazzei e alla collaborazione con l’Arcidiocesi di Siena-Colle di Val D’Elsa-Montalcino, hanno organizzato presso l’auditorium delle Cantine Mazzei l’evento "Un’anima per la carità", una giornata commemorativa dedicata ai cento anni dalla nascita di Fioretta Mazzei (1923-2023), ai 25 anni dalla sua morte (1998-2023) e agli 80 anni dalla fuga di Giorgio La Pira da Firenze per rifugiarsi appunto a Fonterutoli e scampare così alla caccia della polizia fascista (1943-2023: una lapide posta alla chiesa di Fonterutoli ricorda questo episodio con le parole dello stesso La Pira). Inizio alle 15,30 con il saluto del sindaco di Castellina, Marcello Bonechi, e con gli interventi del dottor Filippo Mazzei, in rappresentanza della famiglia; della dottoressa Patrizia Giunti della Fondazione Giorgio La Pira; della dottoressa Giovanna Carocci dell’Associazione Internazionale Fioretta Mazzei; del presidente emerito della Corte Costituzionale professor Ugo De Siervo; coordinamento degli interventi affidato al dottor Giorgio La Pira, nipote omonimo del ‘Sindaco Santo’.

Prevista la presenza di Eugenio Giani, presidente della Regione. Ci sarà uno spazio libri riservato al volume "Radicati nella Trinità", relativo al carteggio La Pira-Mazzei, edito da Polistampa. L’incontro si concluderà alle 19 con la Messa nella chiesa di Fonterutoli, celebrata dall’Arcivescovo Cardinale Augusto Paolo Lojudice, e con la scopertura di una statua con le figure di Fioretta Mazzei e Giorgio La Pira, opera dello scultore Alessandro Chiaramonti.

"Con le Acli di Siena e provincia - spiega il Cardinale Lojudice - ormai esiste una collaborazione stabile. Ricorderemo una figura importante del cattolicesimo toscano che può essere, insieme a Giorgio La Pira, un grande esempio per le nuove generazioni per un impegno civico serio, libero e al servizio della res pubblica". Il presidente provinciale delle Acli di Siena, Enrico Fiori, ha ricordato l’attualità di figure come Fioretta Mazzei e Giorgio La Pira.

Andrea Ciappi