Trekking urbano, edizione ’a colori’: "Turismo sostenibile e luoghi segreti"

Presentata la 20esima edizione dell’appuntamento di cui Siena è stata antesignana: torna il 31 ottobre. L’assessore Giunti: "Grazie alle guide si potranno scoprire anche angoli solitamente chiusi o poco conosciuti". .

Trekking urbano, edizione ’a colori’: "Turismo sostenibile e luoghi segreti"

Trekking urbano, edizione ’a colori’: "Turismo sostenibile e luoghi segreti"

A piedi, per luoghi conosciuti, sconosciuti o segreti, dentro storie antiche e moderne. Racconti di personaggi (in campo anche le compagnie teatrali di Siena) che queste storie le hanno vissute: torna martedì 31 ottobre la XX Giornata nazionale del Trekking urbano. Un’edizione, la 20ma, ‘a colori’. All’insegna della ‘sostenibilità, attraverso i secoli’. I numeri parlano da soli: sono 101 i comuni, in tutto lo Stivale, 24 in Toscana, che hanno aderito all’iniziativa, una ‘carica’ di cui Siena fa parte, di cui Siena, anzi, è capostipite: è stata, nel 2004, l’assessore Donatella Cinelli Colombini (tra l’altro protagonista di un evento collaterale) a dare il la alla manifestazione. "Quest’anno la giornata è dedicata al turismo sostenibile, alla riscoperta delle abilità dei senesi nel passato – spiega l’assessore al Turismo Vanna Giunti –, la loro capacità di sostenibilità e come si è evoluta ai giorni nostri. I percorsi, oltre a quelli più noti e importanti con partenza da piazza del Campo, verso il Duomo, prevedono la visita di luoghi chiusi e segreti, grazie alla collaborazione delle guide turistiche. Il concetto di sostenibilità per noi è primario: siamo stati riconosciuti come prima città d’arte sostenibile. Camminare lento, poi, è importante: solo così possiamo essere consapevoli di quello che vediamo e capire che questi luoghi meravigliosi necessitano di cure". Così, per esempio, mentre San Gimignano proporrà, afferma l’assessore al Turismo Carolina Taddei, una "camminata nei sentimenti che partirà da Pieve di Cellole, si snoderà sulla Francigena per arrivare a Pancole, con grande festa finale di Halloween", sarà possibile anche camminare lungo le mura di Siena, attraverso gli oliveti, con partenza dai giardini del Bruco e arrivo all’Orto de’ Pecci, grazie alla collaborazione con l’Associazione Le Mura "L’olio è da sempre una preziosa risorsa del territorio – dice Antonio Balenzano, direttore dell’Associazione Città dell’Olio –: nelle Contrade ci sono tanti oliveti e sarebbe bello, un giorno, parlare dell’’Olio delle Mura’". Tanti, insomma, i percorsi che il 31 ottobre potranno essere battuti a Siena, nelle sue Terre e in tutta Italia, adatti a grandi e piccini, per scoprire e riscoprire opere d’arte ed eccellenze, anche eno-gastronomiche. "Dal Castellare, alle Fonti di Fontebranda, da Piazza al Santa Maria della Scala: il presente si farà passato" chiude Martina Dei, in rappresentanza delle guide di Siena.

Angela Gorellini