’The Great American Songbook’. Il grande Jazz a Monteriggioni

Appuntamento lunedì alle 16 in piazza Dante Alighieri: special guest, il sassofonista Stefano Cocco Cantini

’The Great American Songbook’. Il grande Jazz a Monteriggioni

Il sassofonista Stefano Cocco Cantini si esibirà il primo gennaio a Monteriggioni

Concerto di Capodanno d’eccezione a Monteriggioni, dove si saluterà il nuovo anno con il jazz di cinque grandi musicisti. Lunedì primo gennaio dalle 16 in piazza Dante Alighieri, nel cuore del Castello. Qui, la voce di Valentina Toni sarà accompagnata da Raffaele Pallozzi al pianoforte, Rossano Gasperini al contrabbasso e Luciano Malucchi alla batteria.

Tutti insieme condurranno il pubblico sulle note del ’Great American Songbook’. Special guest, il sassofonista Stefano Cocco Cantini, presenza speciale e vecchia conoscenza del pubblico valdelsano. ’The Great American Songbook’ è un termine riferito ai musicisti legati al panorama musicale dei teatri di Broadway e alla Tin Pan Alley, in un periodo che inizia negli anni Venti e finisce negli anni Sessanta, con l’avvento del rock and roll. Fanno parte del Grande Canzoniere Americano tutti quei compositori, parolieri e cantanti che hanno composto o cantato alcuni dei maggiori standard del jazz. Il ’Gas’, come viene spesso abbreviato negli Stati Uniti, è tuttora il riferimento per il repertorio dei musicisti jazz di tutto il mondo e per i suoi fan rappresenta un livello di sofisticazione musicale che non è ancora stato eguagliato. Tutta la formazione di Capodanno è composta da artisti di ormai accertate qualità tecnico espressive. Tra tanti diamanti brilla anche Stefano Cocco Cantini, sassofonista e compositore, nato nel 1956 a Follonica. Dai primi anni ‘70 ha suonato con numerose formazioni jazz e ben presto si è posto all’attenzione di numerosi studi di registrazione, lavorando come session man. Dal 1991 ha partecipato all’attività didattica di Siena Jazz e fino al 1997 si è impegnato nei corsi di perfezionamento musicale. Dal 1999 è direttore artistico del Grey Cat Jazz Festival. Ha partecipato a numerosi tour in Italia e all’estero con artisti di varia natura musicale: Ray Charles, Phil Collins, Raf, Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Alejandro Sainz, Ivana Spagna e altri. Ha inciso numerose colonne sonore di film come quelli con Francesco Nuti e Franco Nero. Oltre al cinema, anche il teatro è stato fonte di interessanti esperienze. L’evento è a cura di Comune di Monteriggioni, Società Monteriggioni Ad 1213, Associazione Amici del Castello di Monteriggioni. Per informazioni più dettagliate telefonare allo 0577 304834 o scrivere alla e-mail [email protected].

Fabrizio Calabrese