Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
2 dic 2017

Ecco i 10 siti Unesco più apprezzati in Italia, la Toscana la regione più amata

Medaglia d'oro a Matera coi suoi sassi, Siena si aggiudica il terzo posto 

2 dic 2017
A UNA PRIMA lettura può sembrare una classica sfida tra centrosinistra e centrodestra. Anche perché in Piazza del Campo i 5 Stelle non si sono presentati al canape elettorale. Troppi dissidi interni. In realtà, come sempre, Siena è Repubblica a sé. Così, mentre l’avvocato Luigi De Mossi (24,2% al primo turno) tenta la spallata al «sistema di potere rosso» (Salvini dixit), il sindaco uscente, Bruno Valentini (che il suo partito, il Pd, non voleva ricandidare), forte del 27,4% dello scorso 10 giugno, cerca la riconferma dopo aver incassato l’apparentamento con l’ex sindaco Pci-Pds-Ds Pierluigi Piccini che, con la sua sola lista civica, al primo turno ha incassato il 21,3% relegando il Pd al 18%. «Nessun accordo di poltrone, ma di programmi», assicura Piccini. Nel mezzo c’è il fuoco amico del civico Alessandro Pinciani (molto vicino al sempreverde ex Dc Alberto Monaci).
Il vecchio e il nuovo nella città del Monte si mescolano sempre. E, come accade al Palio, le rivalità interne sfuggono alle dicotomie romane, rimescolando tutto. Vedere per credere.
Piazza del Campo a Siena
A UNA PRIMA lettura può sembrare una classica sfida tra centrosinistra e centrodestra. Anche perché in Piazza del Campo i 5 Stelle non si sono presentati al canape elettorale. Troppi dissidi interni. In realtà, come sempre, Siena è Repubblica a sé. Così, mentre l’avvocato Luigi De Mossi (24,2% al primo turno) tenta la spallata al «sistema di potere rosso» (Salvini dixit), il sindaco uscente, Bruno Valentini (che il suo partito, il Pd, non voleva ricandidare), forte del 27,4% dello scorso 10 giugno, cerca la riconferma dopo aver incassato l’apparentamento con l’ex sindaco Pci-Pds-Ds Pierluigi Piccini che, con la sua sola lista civica, al primo turno ha incassato il 21,3% relegando il Pd al 18%. «Nessun accordo di poltrone, ma di programmi», assicura Piccini. Nel mezzo c’è il fuoco amico del civico Alessandro Pinciani (molto vicino al sempreverde ex Dc Alberto Monaci).
Il vecchio e il nuovo nella città del Monte si mescolano sempre. E, come accade al Palio, le rivalità interne sfuggono alle dicotomie romane, rimescolando tutto. Vedere per credere.
Piazza del Campo a Siena

Siena, 2 dicembre 2017 - La Toscana sale due volte sul podio. Come medaglia d'oro per essere la regione più apprezzata, come medaglia di bronzo per essere culla di Siena, terza città più gradita dai viaggiatori. La classifica è stilata da TripAdvisor, che ha selezionato i siti culturali e naturali patrimonio dell'Unesco più votati dai viaggiatori di tutto il globo a livello italiano.

Ecco dunque la top ten nazionale dei siti Unesco più apprezzati dai viaggiatori, secondo i giudizi e le recensioni pubblicate su TripAdvisor. Al primo posto spicca Matera con i suoi sassi tipici del centro storico, in seconda posizione si trova il duomo di Monreale, a un passo da Palermo, mentre il centro storico di Siena conquista la medaglia di bronzo. Per un soffio fuori dal podio la Basilica Patriarcale di Santa Maria Assunta ad Aquileia, Udine (4°) seguita da Val d'Orcia (5°), Basilica di San Francesco ad Assisi (6°) e Costiera Amalfitana (7°). Chiudono la classifica l'area archeologica di Pompei (8°), il centro storico di Firenze (9°) e Venezia e la sua laguna (10°). Dunque con quattro siti la Toscana si aggiudica il titolo di regione più premiata con quattro siti.

Ecco invece la Top 10 mondiale dei siti Patrimonio dell' Unesco più apprezzati sempre dai viaggiatori globali con una selezione di tour prenotabili su TripAdvisor: Angkor Wat, Cambogia, Taj Mahal, India, La Grande Muraglia a Mutianyu, Cina, Machu Picchu, Peru', Iguazu' National Park, Brasile/Argentina, Sassi di Matera, Italia, Auschwitz Birkenau, Polonia, Citta' Vecchia di Gerusalemme, Israele, Aree storiche di Istanbul, Turchia, Centro Storico di Cracovia, Polonia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?