Il Comune candida la città di Siena a ospitare il progetto ‘Uffizi diffusi’, che prevede di decentrare in alcune prestigiose sedi di varie realtà toscane parte delle opere d’arte che costituiscono l’immenso patrimonio del museo fiorentino, ma che attualmente non sono esposte in maniera stabile. Per questo nella giornata di lunedì scorso il sindaco Luigi De Mossi, con il presidente della Regione Eugenio Giani e il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, ha raggiunto l’Elba e visitato la fortezza di Forte Falcone a Portoferraio. "Gli stessi Uffizi sono nati come luogo di ‘decentramento’ degli uffici amministrativi da Palazzo Vecchio, dunque è congrua alla loro storia la prospettiva di ‘decentrare’ in alcune prestigiose sedi di varie città toscane parte delle opere d’arte", ha detto il presidente della Regione Giani.

Sono molte le sedi che si stanno candidando per ospitare gli ‘Uffizi diffusi’ e spetterà a Schmidt effettuare una selezione. E’ ovvio che De Mossi punterà sul Santa Maria della Scala, anche in virtù del progetto ’Arte al centro’, alleanza per una promozione turistica ad hoc tra Siena, Firenze e Perugia nel segno dell’arte e della cultura.