Le terme di Sant'Elena
Le terme di Sant'Elena

Chianciano, 27 agosto 2020 - L’imprenditrice russa Elena Loss ha comprato le Terme di Sant’Elena, il gioiello del termalismo chiancianese, dalla famiglia Ruiu. Un investimento che guarda al futuro visto anche la possibilità di realizzare un albergo termale di 40 camere e la realizzazione di piscine termali coperte e scoperte. Una operazione che è stata curata direttamente dalla imprenditrice russa senza intermediazioni e che comporta, come prima conseguenza, la fine di un’altra procedura e cioè la ricerca del socio privato da parte di Comune e Regione per le Terme di Chianciano. L’attuale procedura di privatizzazione delle Terme di Chianciano tramite l’immobiliare, è fallita e non resta che pubblicare un verbale nel quale si legge: «la procedura è andata deserta». Si rimescolano così le carte del risiko termale con una operazione che vede in campo la società svizzera Elacua Holding LTD, di cui Elena Loss è la Presidente, che ha acquistato il 100% della Sant’Elena srl.

Amministratore unico della società è il giovanissimo Sergey Zemlyanskiy, classe 1998, residente a Sarteano. Lo scenario che si apre è rivoluzionario visto la scelta del Comune di concedere all’interno del piano operativo comunale, volumi e sviluppo. In particolare Elena Loss è riuscita ad aggiudicarsi 3 fonti termali di straordinaria qualità e la possibilità di interventi ammessi quali ristrutturazione, ampliamento, riqualificazione, nuova edificazione per ampliamento dei servizi e delle attività ad esse connesse al termalismo. In particolare, sono ammessi i seguenti interventi: restauro e riqualificazione delle strutture termali di valore storico architettonico, riorganizzazione funzionale delle strutture di servizio esistenti (uffici, laboratorio) per realizzazione di spazi per trattamenti sanitari ed annessa foresteria (massimo 15camere più servizi comuni); la realizzazione di strutture ricettive (40 camere) e piscine termali.

La ’ELACUA Holding AG’ è una società per azioni con sede a Zugo, nel cantone di Zugo, fondata nel 2020. Attualmente, le persone con autorità decisionale sono Elena Loss (Presidente), Jacob Jochanan Bollag (Membro del Consiglio di Amministrazione) e Anna Losse (Membro del Consiglio di Amministrazione e Amministratore Delegato). Il capitale sociale sottoscritto e versato per Sant’Elena è di 118 mila euro e l’atto pubblico di iscrizione è del 5 agosto, stessa data nella quale scadeva il termine per la presentazione della manifestazione d’interesse per la privatizzazione delle Terme di Chianciano. Nel piano strutturale del Comune di Chianciano si traccia il futuro di Sant’Elena indicando la realizzazione della nuova struttura ricettiva, mentre nella struttura dedicata all’imbottigliamento potrà essere destinata a sala convegni e per quanto riguarda le strutture ricettive di nuovo impianto, «poste a raggera intorno al parco centrale, lasciando libere le visuali verso il centro storico, dovranno essere articolate al massimo su due piani con tetti verdi». Si apre così una nuova ed inedita pagina del termalismo a Chianciano Terme.

Anna Duchini