Una volante della Polizia in una foto d'archivio
Una volante della Polizia in una foto d'archivio

Siena, 10 settembre 2019 - Un 20enne è stato individuato e denunciato dalla polizia per lesioni personali, con l'accusa di aver fatto scoppiare una violenta lite tra due gruppi di coetanei, una quarantina in tutto, nella notte tra sabato e domenica in piazza del Campo a Siena. Un primo giovane, minorenne, è stato rintracciato ferito poco distante dal luogo della rissa. Con il setto nasale rotto, ha riferito di essere stato colpito al volto da un giovane della parte avversa.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la rissa sarebbe scaturita da un alterco tra due ragazzi, nato durante una festa in luogo chiuso e poi proseguito all'esterno, sino a quando uno dei due avrebbe preso a pugni l'altro per poi allontanarsi. A questo punto, la vittima avrebbe chiamato a raccolta una ventina di amici e, insieme, avrebbero rintracciato l'aggressore, che a sua volta aveva radunato un gruppo di amici. In piazza del Campo hanno iniziato a fronteggiarsi pericolosamente, fino all'arrivo della polizia. Per il colpo subito al volto la vittima ha riportato una prognosi di 21 giorni, mentre un altro giovane, ha riportato delle lesioni di minore entità. Sono in corso indagini per valutare eventuali responsabilità delle altre persone coinvolte.