La risalita del Baluardo è ormai ferma e inutilizzabile da tanti mesi
La risalita del Baluardo è ormai ferma e inutilizzabile da tanti mesi

Una richiesta al Difensore Civico della Toscana per richiedere informazioni sulla riapertura dell’impianto di risalita del Baluardo. E’ quanto hanno deciso di fare diversi abitanti di Colle, esasperati dopo i lunghi mesi di blocco degli ascensori che collegano Colle Bassa con il terziere di Castello. Tra questi spicca la signora Marta Sorce, che ha segnalato al Difensore Civico non soltanto il prolungato stop dell’impianto, ma anche la conseguente impossibilità di utilizzare via del Pozzo Tondo, principale strada alternativa per raggiungere la parte alta della città. Un’alternativa non esattamente accessibile per tutti: la strada, nota a Colle semplicemente come "La Costa", è infatti costituita da una salita estremamente ripida, affrontabile soltanto da persone giovani, in ottima forma e prive di carichi pesanti, come possono essere, ad esempio, le borse della spesa. La segnalazione non si è però limitata agli ascensori chiusi: la signora Marta Sorce ha infatti presentato anche il problema della chiusura del Vicolo di Sapìa, strada alternativa di accesso al centro storico sul lato opposto delle mura, arrivando dal parcheggio gratuito di Bacìo, bloccata da mesi a causa di un crollo nella pavimentazione, obbligando anche in questo caso le persone a compiere un lungo giro o ad affrontare una salita ripida. La richiesta presentata dalla signora Sorce al Difensore Civico è che l’amministrazione comunale riveli la data di ripristino della normale viabilità.

Marco Brunelli