Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
29 mag 2022

Festa non autorizzata sull'Amiata, i partecipanti iniziano a smobilitare

Poche decine di persone ad Abbadia San Salvatore arrivate anche da Lazio e Nord Italia 

29 mag 2022
laura valdesi
Cronaca
featured image
Polizia e carabinieri presidiano il rave di Murlo nell'aprile scorso
featured image
Polizia e carabinieri presidiano il rave di Murlo nell'aprile scorso

Abbadia San Salvatore, 29 maggio 2022 - Nuovo rave party nel Senese a poco più di un mese da quello di Murlo,  a pochi chilometri dalla Siena-Grosseto, a cui avevano partecipato centinaia e centinaia  di giovani, iniziato nella notte del venerdì santo. E che si era concluso rapidamente grazie alla presenza e al lavoro delle forze di polizia. In realtà sull'Amiata  sta andando in scena una mini- festa non autorizzata che,  nel primo pomeriggio però, era già terminata.  

Ormai è una moda quella di ritrovarsi  per trascorrere un fine settimana con musica e sballo in alcuni dei luoghi più ameni della campagna toscana. Nel caso della nostra provincia il sud Senese è particolarmente gettonato  visto che a Radicofani, per esempio, nel settembre 2019 si era svolto come tutti ben ricordano vicino alla diga di San Piero in Campo, con denunce sfociate in un processo.

Le forze dell'ordine tengono la guardia alta perché è fondamentale intercettare subito e interrompere l'afflusso di persone al luogo del raduno. E' stato così anche questa volta nel caso della campagna lontano dall'abitato, ad alcuni chilometri da Abbadia San Salvatore, in Val di Piatta. Il numero dei partecipanti sarebbe comunque modesto, probabilmente alcune decine di persone, un'ottantina. Una presenza che ha fatto scattare le modalità di presidio già sperimentate nelle ultime occasioni. 

Sono arrivati da varie zone della Toscana per la festa, ma anche dalla Lombardia e molti dal Lazio. Intrufolandosi in mezzo al bosco nel cuore della notte, anche se le forze dell'ordine sono state brave ad intercettarli e capire dove si sarebbero radunati. Come detto, già nelle prime ore del pomeriggio la festa illegale è terminata. I partecipanti hanno iniziato a smobilitare, qualche piccolo ritardo per un mezzo che ha dovuto cambiare una ruota.  

  

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?