Rapolano, il sindaco protesta: "Riaprite le Poste a Serre"

Problemi all’edificio, chiesto incontro al prefetto

Rapolano, il sindaco protesta: "Riaprite le Poste a Serre"
Rapolano, il sindaco protesta: "Riaprite le Poste a Serre"

Un contatto urgente con Poste Italiane per riaprire subito l’ufficio postale di Serre di Rapolano, chiuso senza preavviso. È quanto chiede il sindaco di Rapolano Terme, Alessandro Starnini, al prefetto Matilde Pirrera, con una lettera inviata dopo la chiusura dell’ufficio postale insieme alla petizione effettuata nelle settimane precedenti e già recapitata all’Agenzia del demanio, proprietaria dell’immobile dove si trova l’ufficio che versa in condizioni di degrado. "Il servizio – si legge nella lettera – è stato interrotto venerdì 27 ottobre senza alcun preavviso, a eccezione di una telefonata definita ‘di cortesia’ per comunicare la presenza di rischi di stabilità dell’edificio. Da quel momento i cittadini della frazione devono recarsi a Rapolano Terme con le conseguenti difficoltà". "Al momento – aggiunge Starnini – non ci è stato comunicato alcun aggiornamento sulla riapertura del servizio e sui lavori da fare per mettere in sicurezza l’edificio. Evidentemente, le nostre richieste erano fondate ma i lavori non sono stati ancora realizzati. Pertanto, chiediamo un incontro urgente per intervenire nei confronti di Poste Italiane".