Il sindaco David Bussagli
Il sindaco David Bussagli

Poggibonsi (Siena), 8 novembre 2020 - Mica facile arginare la stupidità e l’incoscienza. Ne sanno qualcosa le forze dell’ordine, in questo caso la polizia municipale di Poggibonsi, che nelle ultime ore ha denunciato due persone positive al Covid evase dall’isolamento domiciliare e multate pesantemente altre tre per la fuga dalla quarantena.

Si tratta di cinque uomini che i vigili urbani hanno beccato a spasso per le vie della città in palese violazione delle nome di sicurezza: i primi due hanno il Coronavirus e gli altri tre potrebbero averlo, visto che sono stati a contatto con contagiati e che proprio per questo erano in quarantena. Di conseguenza, per i primi due, come previsto dalla legge, è scattata la denuncia, e per gli altri tre una multa di 400 euro. Secondo gli ultimi dati del Comitato tecnico scientifico sono almeno 3 milioni le persone che in Italia violano la quarantena, un fenomeno che purtroppo non risparmia nemmeno il nostro territorio. I controlli delle forze dell’ordine per garantire il rispetto delle varie misure di sicurezza anticovid vanno avanti nostop, ma la sensazione, se non la certezza, è che l’arma più efficace contro il dilagare della pandemia sia il nostro senso di responsabilità.

«Ci sono disposizioni da rispettare e ognuno deve fare la propria parte per non vanificare lo sforzo collettivo - afferma il sindaco di Poggibonsi, David Bussagli -. Come già nella prima fase la maggior parte dei poggibonsesi ha dimostrato di aver compreso che impegno e attenzione devono essere al massimo. Grazie alla nostra polizia municipale e a tutte le forze dell’ordine impegnate per fare opera di sensibilizzazione e per rilevare comportamenti scorretti. Siamo tutti consapevoli però che i controlli non potranno mai sostituire il comportamento corretto e adeguato di ciascuno di noi nei luoghi pubblici e soprattutto in quelli privati. Per questo l’appello che rinnoviamo è sempre quello alla responsabilità individuale". E infine: "ringrazio ogni cittadino che dà e darà il proprio contributo per superare questa fase, assumendo comportamenti corretti e rispettando le disposizioni. Ognuno di noi -conclude il sindaco Bussagli- ha un ruolo fondamentale". La parola d’ordine, insomma, in questa emergenza sanitaria che non allenta la presa, è sempre la stessa: senso di responsabilità.