'Notte delle edicole' a Siena: Luci accese per contrastare la crisi del settore

"Notte delle edicole": Sinagi e Slc-CGIL organizzano un'iniziativa volontaria per sensibilizzare sulla crisi del settore della carta stampata. Edicole aperte in tutta Italia per ribadire il loro ruolo fondamentale come presidio e punto di riferimento per le comunità.

’Notte delle edicole’ "Luci accese per contrastare la crisi del settore"

’Notte delle edicole’ "Luci accese per contrastare la crisi del settore"

Stanotte, passeggiando tra strade e vicoli di città e Comuni della Provincia, sarà possibile vedere serrande aperte e insegne delle edicole illuminate. È la ‘Notte delle edicole’, l’iniziativa organizzata da Sinagi (Sindacato Nazionale Giornalai d’Italia) con il sostegno di Slc-CGIL che interesserà tutta Italia, per sensibilizzare sul momento di crisi che sta vivendo il settore della carta stampata. La partecipazione è volontaria, l’iniziativa chiama a raccolta amministratori pubblici, editori, distributori e i cittadini che vorranno prendervi parte, sostenendo con la propria presenza e voce il ruolo fondamentale delle edicole sul territorio. Non solo a livello commerciale ma anche come punto di riferimento per la comunità e presidio imprescindibile.

Una luce accesa per chiedere aiuto e ribadire l’importanza sociale di edicolanti e operatori del settore. "Un’iniziativa importante non solo per noi ma per tutta la filiera della carta stampata – ha commentato Dino Buzzegoli, rappresentante provinciale Sinagi e edicolante -, colpita da una crisi senza precedenti e che mette a rischio la nostra sopravvivenza. Abbiamo deciso di intraprendere questa iniziativa per mettere in luce le problematiche e per dimostrare come le edicole siano presidio e punto di riferimento per i territori, i piccoli comuni e le città. Sarebbe bello se rimanessero tutte aperte, ma dobbiamo essere realisti. Mi piacerebbe che in una città come Siena, uno o due edicolanti chiudessero anche solo un’ora più tardi. È un gesto dimostrativo, la luce delle nostre insegne non deve essere solo un grido di allarme ma anche sottolineare la nostra presenza e rilevanza sul territorio".

Non sono state ancora comunicate le edicole che rimarranno aperte stanotte in provincia, saranno i cittadini a scoprire chi avrà la forza di tenere alta la saracinesca in un momento di difficoltà e dopo e prima la rituale apertura alle 6 di mattina.