Siena, 22 maggio 2019 - Il pullman si è ribaltato mentre andava verso Siena, in una giornata che doveva essere di festa, all'insegna dell'arte. E che si è invece trasformata in tragedia. Un morto e trentasette feriti sull'Autopalio, il raccordo autostradale tra Siena e Firenze: un bus turistico privato di due piani, con a bordo una sessantina di turisti dell'est Europa, si è ribaltato intorno alle nove del mattino uscendo di strada e finendo in una piccola scarpata sottostante (Leggi: la dinamica e le indagini). In serata l'autista del pullman è stato arrestato per omicidio stradale dopo essere stato sentito a lungo dal magistrato e dalla Polstrada. Il 35enne di Castrovillari (Cosenza) risulta indagato anche per lesioni.

image

Il bilancio poteva essere molto più grave, ma la vegetazione ha in qualche modo attutito la tragica corsa del pullman. Sull'asfalto non sono stati notati segni di frenata. I primi a dare l'allarme sono stati alcuni boscaioli che stavano lavorando ad alcune piante lì vicino. Sono stati loro ad allertare i soccorsi, mentre intanto l'Autopalio in direzione Siena, nella carreggiata dell'incidente, si bloccava con oltre sei chilometri di coda.

Maxi intervento di vigili del fuoco, 118 anche con l'elicottero Pegaso e forze dell'ordine, con in testa la polizia stradale. Con loro anche personale Anas. Si è cercato subito di raggiungere i rottami del pullman e capire la situazione. I feriti sono stati a mano a mano tirati fuori.

image

Dei 37 feriti, 33 sono lievi, rientrati in codice verde (19 sono stati trasportati al policlinico Santa Maria alle Scotte dell'Aou Senese e 14 all'ospedale Altavaldelsa di Poggibonsi dell'Ausl Toscana sud est). Quattro feriti, in codice giallo, sono stati ricoverati a Le Scotte. Una donna è stata operata alla clinica maxillo facciale delle Scotte.

Una trentina di passeggeri non ha richiesto assistenza medica. Tra i rottami una vittima: si tratta di una quarantenne, Elena Urtaeva, 41 anni, di nazionalità russa e guida turistica del gruppo. Per la donna non c'è stato niente da fare, sarebbe morta sul colpo.

I turisti provengono prevalentemente da Ucraina, Russia, Armenia, Romania, Kazakistan, Bielorussia, Georgia, Moldavia.

I vigili del fuoco sono poi intervenuti anche con l'autogru e hanno messo mano alla rimozione del pesante mezzo. Indagini sulla dinamica: l'autista, un 35enne di Castrovillari (Cosenza) è risultato negativo all'alcoltest. E' sotto choc. 

Intanto la situazione traffico peggiorava: le forze dell'ordine decidevano di far uscire le auto obbligatoriamente a Monteriggioni, per isolare la zona dell'incidente e limitare per quanto possibile i disagi agli altri automobilisti. La carreggiata in direzione Siena è rimasta chiusa per ore. Il gruppo era partito di prima mattina da Montecatini. Non tutti erano a bordo, alcuni erano rimasti nella città termale. 

Per la viabilità, nel tardo pomeriggio l'Anas ha istituito il doppio senso di marcia nella corsia opposta a quella dell'incidente. Quest'ultima rimane invece chiusa.