Il Forum sulla Francigena: "Affidare a Monteriggioni il ruolo di coordinamento"

A formulare la proposta l’assessore regionale al turismo Leonardo Marras durante il convegno annuale che si è tenuto nel complesso di Badia Isola.

Il Forum sulla Francigena: "Affidare a Monteriggioni il ruolo di coordinamento"

Il Forum sulla Francigena: "Affidare a Monteriggioni il ruolo di coordinamento"

"Affidare al Comune di Monteriggioni il ruolo di coordinamento tra i Comuni capofila, attorno ad un tavolo dove ci sia anche il terzo settore, rappresentato da un’associazione regionale che raccolga le varie realtà, e la Regione naturalmente, con i rappresentanti di giunta e Consiglio regionale". A lanciare la proposta di Monteriggioni come cabina di regia dei Comuni toscani sulla Francigena è stato l’assessore regionale al turismo Leonardo Marras nel corso del IX Forum annuale sulla Via Francigena e sui Cammini di interesse regionale, che si è svolto nello splendido complesso monumentale di Badia Isola, restaurato dopo sei anni di lavori che hanno portato anche alla realizzazione del Museo Archeologico di Monteriggioni), partito veramente alla grande. "In 180 giorni di apertura effettiva- ha affermato Marco Valenti, assessore alla cultura e al turismo del comune di Monteriggioni, è stata raggiunta quota 11.687 visitatori, con una media giornaliera di oltre 64,92 persone". "Il forum che da sempre si svolge a Monteriggioni – ha spiegato il presidente della Regione Eugenio Giani- è la dimostrazione dell’impegno e della sensibilità di questa amministrazione nella valorizzazione della Francigena. Dal 2009 la Regione ha investito oltre venti milioni di euro sulla via Francigena. Un progetto, quello del ‘camininar lento’, a cui teniamo molto e sono contento che lo scorso dicembre siano finalmente stati sbloccati i fondi statali per la candidatura della strada come patrimonio Unesco. La Toscana è capofila, in questo progetto, delle altre sette regioni italiane coinvolte". Nelle vesti di padrone di casa il sindaco Andrea Frosini, che ha accolto con entusiasmo la proposta di Marras. "Monteriggioni- ha detto- si rende disponibile per diventare un presidio stabile di coordinamento per la governance toscana della Via Francigena tra i quattro Comuni capofila, creando un raccordo stabile tra Regione, istituzioni locali e associazioni". Francesco Francesco Ferrari, vicepresidente dell’Associazione europea Vie Francigene, ha snocciolato dati che confermano il sempre maggiore ‘appeal’ della millenaria via: sono 50 mila i pellegrini provenienti da 55 Paesi che camminano ogni anno lungo ‘l’autostrada del medioevo’"