Vicenda Trigano: speranze per una riapertura nella giornata di lunedì per i poli valdelsani del grande gruppo industriale, leader in ambito europeo della camperistica. Niente di certo al momento, ma si registra sul territorio un cauto ottimismo per un’eventuale ripresa delle regolari attività dall’inizio della prossima settimana. Tutto questo dopo il totale stop a cominciare dallo scorso martedì 9 febbraio, per effetto dell’attacco degli hacker sulla rete web della multinazionale francese. I tecnici informatici proseguono anche nella giornata odierna nelle operazioni mirate al ripristino completo del server, con l’intento di restituire al più presto la piena operatività a un sistema tuttora bloccato e quindi inutilizzabile per ogni settore lavorativo dell’azienda del plein air. L’incursione dei ‘pirati’ ha impedito finora a Trigano di portare avanti con i suoi circa 850 addetti le normali mansioni quotidiane, dal comparto produzione, all’amministrazione, al commerciale, a tutte le altre branche nelle sedi ubicate tra i comuni di Poggibonsi, San Gimignano e Barberino Tavarnelle. Paolo Bartalini