A Palazzetto è arrivato anche l’elisoccorso Pegaso (foto d’archivio)
A Palazzetto è arrivato anche l’elisoccorso Pegaso (foto d’archivio)

Chiusdino, 30 dicembre 2019 - Drammatica battuta di caccia al cinghiale ieri a Chiusdino: un componente storico della squadra di Palazzetto, Duccio Piccini, 58 anni, ha accusato un malore improvviso che gli è risultato fatale. Sul posto è giunto anche l’elisoccorso Pegaso ma l’uomo era ormai deceduto. Una notizia che ha ferito profondamente la piccola comunità di Palazzetto dove Piccini, che lavorava a Gsk a Rosia, viveva insieme alla madre.

Un cacciatore appassionato, lo descrivono. Che partecipava alle battute al cinghiale sin da quando aveva l’età per il porto d’armi. Anche ieri la squadra di Palazzetto si era organizzata per la cacciata. Era stato abbattuto già un esemplare, al mattino, e sembra che Piccini fosse rimasto un attimo di guardia all’ungulato perché c’erano dei cani. Un secondo e il compagno non l’ha più visto. Solo spostandosi un pochino si è accorto che era in terra. Tutti sono corsi da lui e chi, fra i componenti, aveva la qualifica di soccorritore per effettuare il massaggio cardiaco ha cercato in ogni modo di riportare alla vita l’amico. Subito è giunto il 118 che ha allertato Pegaso ma, come detto, quando è giunto non c’era più nulla da fare. Ovviamente la battuta è stata immediatamente interrotta, facile immaginare il dolore dei compagni. Sul posto anche i carabinieri di Chiusdino per le verifiche dovute che hanno confermato appunto il malore fatale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA