"Contenitore olii esausti in pessime condizioni"

San Quirico, Bonacci: "Intervenga Sei Toscana" .

"Contenitore olii esausti in pessime condizioni"

Il contenitore degli olii esausti al centro delle polemiche a San Quirico d’Orcia

"Dove va a finire l’olio alimentare esausto della maggior parte dei cittadini che, come il sottoscritto, non trovano un cestello vuoto?" E’ l’interrogativo che l’ingegner Maurizio Bonacci, residente a San Quirico d’Orcia, pone ai competenti organi, dal Comune a Sei Toscana e all’Asl, sullo smaltimento dell’olio. Nel paese sono stati sistemati raccoglitori dove vengono gettati i secchielli contenenti olio di scarto. "Da tempo – aggiunge Bonacci – il contenitore vicino ai carrelli di un supermercato è sporco. I secchielli gialli, vuoti, non ci sono più. Un disservizio grave su cui chi di competenza non fa nulla. Ma la tassa, sicuramente inclusa nella Tari, la paghiamo. Se il servizio non viene svolto la tassa non è certo dovuta". L’ingegnere parla anche del numero verde ai lati del contenitore: "Ho chiamato per ore e ore per denunciare il disservizio senza ottenere nessuna risposta". Un servizio, quello dello smaltimento degli olei, che Sei Toscana potrebbe aver dato in appalto ad altra ditta. "Resto in attesa – chiude Bonacci – di una risposta tempestiva, che esponga le azioni correttive adottate dalla vostra azienda".

Massimo Cherubini