Il priore della Chiocciola Tuliani
Il priore della Chiocciola Tuliani

Siena, 8 novembre 2019 -  La Chiocciola non dimentica i suoi grandi contradaioli, come Victor Hugo Zalaffi.  A  lui, scomparso nel 1981, San Marco deve la fondazione della sezione piccoli chiocciolini nel 1933 di cui è stato a lungo presidente. Un personaggio che ha lasciato il segno e a cui si voleva  dedicare una piazzetta nel rione.

Così il 22 maggio scorso la Chiocciola  ha scritto al Comune chiedendo di intitolare a Zalaffi  la piazzetta in San Marco, fra i numeri civici 44 e 48, posta di fronte al vicolo dei Monelli. Doveva portare il nome di quell’economo ricco di idee che, appunto il 29 giugno  1933, con il supporto dell’allora priore Orlando Peccianti, fondò la Sezione dei Piccoli Chiocciolini che  è stata da subito un punto di riferimento per i bambini della contrada.

«Fra tutte le iniziative e attività della Sezione, ci piace sottolineare quella che ha fornito alla Chiocciola un primato: l’aver pensato per prima ad una fontanina di Contrada – si legge nel sito della Consorella  – l’averla realizzata per prima (grazie ai contributi raccolti proprio dai piccoli), inaugurandola il 29 giugno 1947 ed averla utilizzata per prima, istituendo il ‘Battesimo Contradaiolo’». 

Ebbene la commissione toponomastica di Palazzo Pubblico si è riunita l’8 ottobre scorso esprimendo parere favorevole all’intitolazione a cui ha poi dato il via libera la giunta. E’ dunque nata a Siena, nel rione di San Marco, quello che Victor Hugo Zalaffi tanto amava,  una piazzetta che porta il suo nome.