Chianciano in ’Corto’. Il conto alla rovescia

L’edizione numero 24 del Festival sta già raccogliendo i nuovi lavori. Crociani: "Saldi nei nostri valori"

Chianciano in ’Corto’. Il conto alla rovescia

Lauro Crociani, direttore artistico del Corto Festival di Chianciano Terme, già al lavoro per raccogliere il materiale per l’edizione 2024

Per l’estate e mettersi comodi ad assistere alle proiezioni c’è ancora tempo. Meno, invece, per registi e appassionati di audiovisivo per mandare le loro proposte e puntare a partecipare al Corto Fiction Chianciano Terme, edizione numero 24 di un festival longevo e che ormai è un punto di riferimento per il film breve ma anche per tutti gli amanti del genere. Veniamo alle date: c’è tempo fino al 31 maggio per inviare le opere (sul sito dell’evento si trovano le informazioni necessarie) con il festival in programma venerdì 23 e sabato 24 agosto alla ’Sala Fellini’ del Parco Acquasanta a Chianciano Terme.

L’organizzazione è sempre dell’Aps ’Immagini e Suono’, realtà chiancianese con Lauro Crociani anima e mente di una manifestazione che si esprime con il motto de ’Il bello, il giusto e l’utile del cortometraggio’. Opere già in arrivo, il tema è libero, i corti non devono essere realizzati prima del 2022. Il pubblico si aspetta nomi importanti in scena (e alcuni attori noti ci sarebbero già tra le opere arrivate) ma anche sorprese, come sempre. I premi saranno assegnati dalla Giuria per varie sezioni come Tema libero, Sociale, Comico, Spirituale. I lavori non possono superare i 15 minuti di lunghezza, tra le novità di quest’anno anche un premio al Miglior cortissimo, sotto i tre minuti. Sarà un lavoro impegnativo da parte dei selezionatori delle opere per un festival sempre molto ’gettonato’. Lauro Crociani, direttore artistico, ha dichiarato: "In un mondo in grande trasformazione rimaniamo saldi a dei valori fondamentali, siamo per la semplicità e la buona educazione, spero che a Corto Fiction le troviate insieme all’accoglienza".

Luca Stefanucci