Aumenti contrattuali. E’ rinvolta in Cosivig

L’assemblea dei dipendenti ha rifiutato all’unanimità la proposta dei soci di congelare gli scatti in busta paga.

Aumenti contrattuali. E’ rinvolta in Cosivig
Aumenti contrattuali. E’ rinvolta in Cosivig

L’acqua bolle in casa Cosvig (fondamentale strumento di sviluppo socio-economico delle aree geotermiche). L’assemblea sindacale di tutti i dipendenti ha deciso all’unanimità di rifiutare la proposta dei soci di congelare gli aumenti contrattuali. Una proposta che ha suscitato numerosi rumori all’interno del consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche e dei suoi dipendenti. "Prima gli abbracci e poi la pugnalata alle spalle: prima gli elogi per la professionalità e disponibilità dei dipendenti, poi la richiesta, dovuta non a motivi economici, ma solo come segnale politico – affermano in una nota Filcams Pisa-Siena-Grosseto, Rsa Filcams Pisa-Siena-Grosseto, Fiom Siena e Rsu Fiom – Dopo il ricorso alla Fis dell’estate scorsa, un ennesimo sacrificio richiesto alle maestranze, anche questo causato da decisioni e strategie aziendali ascrivibili alla politica locale e sulle quali i lavoratori non hanno alcuna voce in capitolo. Dipendenti che non percepiscono cifre da capogiro, come apparso impropriamente".

Per i sindacati, "la proposta che si attendeva, anche da parte sindacale, era l’illustrazione di un piano strategico fatto di formazione, investimento, riqualificazione e, se necessario, potenziamento del personale esistente che consentisse di traghettare Cosvig in una nuova fase della propria esistenza. Ma è giunta una richiesta irricevibile e inaccettabile, che calpesta la dignità dei dipendenti e che andrebbe a ridurre il potere d’acquisto di famiglie quasi tutte residenti nei Comuni dei soci, del consorzio già pesantemente colpite dall’alto tasso di inflazione".

Lodovico Andreucci