LUCA STEFANUCCI
Cronaca

Alla scoperta di Torrita. Il paese protagonista delle Giornate del Fai

Ieri tanti visitatori e oggi si replica. Dal viaggio nella storia all’orto verticale. Studenti del ’Redi’ guida per gli ospiti: "Come un esame di maturità".

Alla scoperta di Torrita. Il paese protagonista delle Giornate del Fai

Alla scoperta di Torrita. Il paese protagonista delle Giornate del Fai

Un centro storico che ancora in molti devono scoprire e chi lo ha fatto ieri non è rimasto deluso. A Torrita di Siena è andata in scena la prima delle ’Giornate Fai d’Autunno’. I turisti si sono ritrovati nel centro storico visitando chiese e suggestivi vicoli, conoscendo la storia di personaggi come la Nencia e Ghino di Tacco, fino al tunnel sotterraneo recentemente restaurato (186 metri) dove oltre a una parte espositiva troviamo la Vertical Farm realizzata dall’ingegnere torritese Matteo Benvenuti insieme al gruppo di lavoro Vertical Farm Italia.

L’orto verticale, che sta ricevendo una grande attenzione, si può vedere anche oggi dalle 15 alle 16 su prenotazione con accesso in vari turni per un totale di 45 persone. Ma di questa brillante idea si parlerà anche nella puntata di E-Planet oggi alle 13.45 su Italia 1. E, a proposito di tv, Torrita di Siena in occasione delle Giornate Fai d’Autunno è finita nel Tgr delle ore 14.

Una giornata che ha visto protagonisti anche i ragazzi delle scuole con alcuni studenti dell’indirizzo tecnico, economico e turistico del ’Redi’ di Montepulciano (delle classi quarta e quinta, diciotto studenti partecipano alle due giornate) che hanno fatto da guide grazie al progetto ’Apprendisti ciceroni’. Presenti anche il dirigente scolastico Marco Mosconi e l’insegnante Silvy Fuschiotto che ha seguito il progetto. "Nonostante il clima che spinge ancora tanta gente al mare – spiega Ranieri Rocchigiani, capo delegazione Fai di Siena – sta andando molto bene. E per domani (oggi ndr) ci aspettiamo ancora un bel pubblico. Ci gratifica che i turisti sono rimasti ben impressionati da questo posto vedendone le potenzialità".

Un evento che unisce storia, paesaggio e cultura. Ma anche formazione perché gli studenti del ’Redi’ hanno vissuto una bella esperienza illustrando le ricchezze della chiesa della Madonna delle Nevi. "Sono stati molto bravi – sottolinea il dirigente scolastico Marco Mosconi – per loro è stato come fare un esame di maturità perché hanno spiegato davanti a un pubblico e da un punto di vista emotivo non è semplice".

Esame superato. "Una bellissima esperienza di cittadinanza attiva – evidenza l’insegnante Silvy Fuschiotto – che è davvero formativa. I ragazzi sperimentano il proprio potenziale superando le timidezze. Hanno ricevuto complimenti parlando anche in spagnolo, con turisti messicani, e in inglese".